Home ARTICOLI  Montesarchio | PASSIONE VIVENTE: un evento di successo e tutto quello che si è detto.
0

 Montesarchio | PASSIONE VIVENTE: un evento di successo e tutto quello che si è detto.

0

Lo scenario della piazza  principale di Montesarchio è cambiato e appare spoglio dopo l’evento della Via Crucis, se si pensa alla suggestione della serata di Domenica scorsa.
Un trionfo di scenografie e costumi ha arricchito i nostri luoghi per ripetere il cammino di Gesù dall’ultima cena alla crocifissione. Quasi  tre ore di spettacolo emozionante che ha coinvolto moltissima gente intervenuta per assistere alla minuziosa interpretazione delle persone diventate attori per una sera. Ecco i  nomi di alcuni dei personaggi principali: Erminio Perone nel ruolo di” Gesù”, Adriana Damiano in quello della ”Madonna”, Raffaele Maddaloni e Nicola Barberino nel ruolo dei  “ladroni”, Gaetano Di Benedetto in “Ponzio Pilato”, Giuseppina Russo in “La Maddalena”, Michela Esposito in “La Veronica”, Antonio Perone in “l’apostolo Giovanni”, Giuseppe Minucci in “Simone di Cirene”, Agostino Mataluni, Ferdinando Izzo, Raffaele Sala e Pino Compare nel ruolo dei sommi sacerdoti. La voce del narratore è stata quella di Fiore Tinessa. La regia e la scenografia sono state affidate a Carmelina De Nisi e Riccardo Campanile, i costumi sono stati offerti, quasi tutti, dall’Associazione Arca di Varoni. Fantastica interpretazione di Erminio Perone sia per l’aspetto esteriore che per quello interiore, gli abbiamo chiesto di descriverci cosa si prova nell’interpretare il ruolo di Gesù, ci ha risposto cosi:”a parte una forte emozione mi viene di dire una frase, a volte non si apprezza il calore dell’abbraccio nel ritrovarsi se prima non si prova il brivido di essersi perso e chi nella vita non si è perso? Alla fine però è importante ritrovarsi, il peso della croce che ho interpretato è quello che ognuno di noi porta giorno per giorno “. A conclusione di questa meravigliosa esperienza di fede ecco il pensiero dei parroci di tutte le comunità parrocchiali, così Don Ivan, parroco della Trinità : “vedere 5 parrocchie insieme è stata una vera emozione e soddisfazione”, don Umberto Zucaro parroco della Chiesa della SS. Assunta e della Chiesa di  San Michele di Cirignano : ”una esperienza molto bella che ha riunito tutte le comunità parrocchiali, l’unione  fa la forza, spero che queste iniziative vadano avanti nel tempo”.  Abbiamo chiesto a don Umberto se con questa esperienza  si è registrato un incremento di fede, ci ha risposto così: ”non penso che le persone abbiano acquistato più fede ma sicuramente la gente è entrata di più nel mistero che riprende la settimana santa, una bella emozione, una bella forza”. Don Giancarlo D’Ambrosio  parroco della Chiesa della Purità si è così espresso : ”credo che con la rappresentazione della Passione, Montesarchio abbia incarnato quanto auspicato dall’Arcivescovo  di Benevento Felice Accrocca  e cioè  che camminare insieme  è  un primo passo per una sinergia che può vedere coinvolti davvero tutti, è un buon inizio e ringrazio tutti per i sacrifici e la tenacia con cui hanno creduto in questo momento, il mio augurio è allora dalla Passione alla Risurrezione “, a proposito di unione, ne ribadisce contento il concetto  Don Silvio Pepiciello, parroco della chiesa della SS. Annunziata promettendo ancora più impegno per la prossima edizione.
Esperienza unica di aggregazione, la via Crucis di  Montesarchio nella sua prima edizione con tutte le comunità parrocchiali , un evento che ha visto persone commuoversi fino alle lacrime, una forte sinergia tra le parrocchie e le associazioni del Territorio. Ciro Siciliano  presidente dell’Associazione Sentinelle della torre non crede ai suoi occhi nell’aver visto  tanta gente: ”il fatto di aver coinvolto tutte queste persone sia in piazza che sulla torre, è da ripetere e bisogna coinvolgere  ancora altre associazioni perché collaborando si ottengono ottimi risultati”. Il presidente delle Sentinelle ci annuncia  in anteprima la serata magica  nella sua seconda edizione nel periodo estivo perché continua :”è giusto far conoscere i nostri luoghi  davvero belli in questo modo, aver  coinvolto tante persone ci dà  la spinta per andare avanti. Tutti hanno fatto la loro parte” precisa il presidente “ed è giusto riconoscere a tutti il proprio merito”. Soddisfatto e contento anche  il presidente del Forum dei Giovani Ferdinando Ceglia:” esperienza fantastica, una tradizione assolutamente da ripetere, una evidente sinergia tra associazioni montesarchiesi  e  tra cittadini uniti dallo spirito unico, quello della tradizione percorrendo qualcosa di bello come la via Crucis, sicuramente stasera ho potuto notare uno spirito di attaccamento maggiore della nostra comunità che ha visto coinvolti  veramente tutti, grandi e piccini, di qualsiasi età ed estrazione”. Gli abbiamo chiesto quale fosse il motivo secondo lui che è al centro di tanti  giovani, ci ha così risposto:” Al di la dello spirito della curiosità sicuramente c’è alla base un profondo spirito di fede che ha spinto tutti a realizzare questo magnifico evento che spero si ripeterà e diventi un punto di riferimento della comunità montesarchiese”. Molto soddisfatto anche il primo cittadino Franco Damiano che ringrazia tutte le associazioni per aver animato l’intera  Comunità. La Via Crucis è stata una idea di Pasquale Crisci che ha coordinato tutte le associazioni che ci ha anticipato che questa manifestazione è il preludio di tante altre interessanti iniziative che coinvolgeranno la Città di Montesarchio, lancia così uno slogan :”Il popolo di Montesarchio non deve essere più spettatore ma protagonista della vita sociale del paese”.

Brigida Abate

 

sponsor

LEAVE YOUR COMMENT

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

code

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: