1. Home
  2. web
  3. ARTICOLI
  4. StoriAudace | La prima volta contro le “zebre”.
0

StoriAudace | La prima volta contro le “zebre”.

StoriAudace | La prima volta contro le “zebre”.
0
0

14646692_1661346297510628_980997981_oLa prima volta contro le Zebre Facciamo un tuffo nel passato calcistico di Cervinara. Siamo alla vigilia della gara contro la Battipagliese e riaffiorano i ricordi di dieci anni fa, quando per la prima volta si sfidarono, in Eccellenza, BiancoBlu e BiancoNeri.
L’articolo che riportiamo è tratto da Calciodilettante.it e riporta la cronaca, leggermente di parte, di quella gara che finì in parità e un’intervista post gara.
Tra gli avversari dell’epoca da notare la presenza di Alfonso Bovino, ex centrocampista del Cervo, tra i migliori sul terreno del Canada. Buona lettura. CERVINARA-BATTIPAGLIESE 0-0

CERVINARA: Monetti, Benetti, Coletta, Novello, Bonetti, Falco, Cava, Boemio, Vitale, Ciotola (dal 5’s.t. Morcone), Borriello. A disposizione: Lerapulo, Granatino, Clemente, Russo, De Luca. Allenatore: Esposito

BATTIPAGLIESE: Fioravanti, Pecoca, Catalano, Matarese, Capodanno, Incitti, Di Stefano, Miranda (dal 35’s.t. Esposito), Iorianni, Bovino, Vaccaro. A disposizione: Scarpinati, Cianciulli, Piccirillo, Masillo, Novello, Carpinelli. Allenatore: Quaglia

ARBITRO: Signor Vitolo di Castellammare di Stabia
NOTE: Giornata gelida, terreno in buone condizioni.
Ammoniti: Vaccaro, Di Stefano, Miranda, Boemio, Bonetti.
Angoli: 7 a 2 per la Battipagliese.
Recuperi: 1’p.t. e 3’s.t.
Spettatori: 100 circa con una trentina provenienti da Battipaglia.

La Battipagliese crea, ma non concretizza. A fine partita si conteranno, infatti, quasi una ventina di palle gol sbagliata dalla squadra zebrata contro un Cervinara mostratosi accorto, ma soprattutto molto fortunato. In giornata di grazia, sicuramente, il portiere avellinese Monetti. In prospettiva classifica è da considerarsi, però, come un punto guadagnato visti i risultati che, tuttavia, sorridono alla Battipagliese. Si riducono, ora, a quattro, infatti, i punti di distacco dalla quinta posizione occupata fino a questo momento dalla Gelbison. Il raggiungimento di questa posizione in classifica significherebbe l’entrata di diritto nei play-off. La partita. Mister Quaglia getta dall’inizio nella mischia entrambi i nuovi arrivati, Catalano e Iorianni; dà fiducia al croato Pecoca però è costretto a fare a meno di Pierri: non convocato. Il Cervinara risponde con Vitale unica punta e Borriello e Ciotola posizionati alle sue spalle. Si comincia, al quinto e al settimo, con una doppia occasione per Bovino: prima tiro al volo ad incrociare sul secondo palo che termina alto di non poco e poi calcio di punizione dal limite su cui è prodigioso l’intervento di Monetti. Ci prova anche Miranda in due occasioni: al decimo prova la conclusione al volo da fuori area, fuori di poco; al ventiseiesimo conclude da dentro l’area di rigore, la palla colpisce un difensore locale ed è in procinto di concludere la sua corsa nel sette alto, ma non ha fatto i conti con il colpo di reni di Monetti che all’ultimo secondo devia in corner. Anche Vaccaro, al ventunesimo, prova la conclusione dalla distanza, ma il tiro è debole e facile preda di Monetti. Al 37’, poi, c’è la più bella azione della Battipagliese: Vaccaro- Matarrese- Bovino- Di Stefano tutto di prima che porta lo stesso numero sette zebrato alla conclusione di testa, fuori di un niente. Ancora Di Stefano va vicino al gol al quarantesimo, ma Monetti respinge d’istinto. La ripresa, così come la prima frazione, è un lento e lungo monologo bianconero. Si comincia al quinto con Iorianni che, su cross di Di Stefano, colpisce debole di testa. Poi Catalano, al decimo, sugli sviluppi di un calcio d’angolo, ha l’occasione buona ma, a praticamente un metro dalla porta, spara su Monetti. Al dodicesimo è il turno ancora di Di Stefano e la sua conclusione dal limite termina alta. L’ultima occasione degna di nota capita sui piedi di Bovino che, entrato in area di rigore in perfetta solitudine, tira in diagonale che termina di poco fuori. Dispiaciuto è il direttore sportivo Franco Palo: “E’ stata una gara ben giocata e penso che di questo tipo di partite a livello di Eccellenza se ne vedono davvero poche. Abbiamo praticamente fatto noi la partita, abbiamo avuto minimo 5-6 palle gol davvero limpide ma sotto porta siamo sfortunati e forse manca un po’ di tranquillità. I nuovi arrivati? Iorianno sta un po’ meglio e si è visto mentre per Catalano servono ancora una quindicina di giorni per vederlo al meglio. Mi è piaciuto molto l’attacco e il centrocampo e su tutti metterei Bovino mentre la difesa non posso giudicarla perché abbiamo giocato solamente nella loro metà campo”.

Archivio Angelo Marchese  Audax 2004
Archivio Angelo Marchese Audax 2004

Valerio Criscuoli

sponsor
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: