Home ARTICOLI Lo scampato pericolo del 1865, Bucciano e Forchia “ringraziano” Maria
0

Lo scampato pericolo del 1865, Bucciano e Forchia “ringraziano” Maria

0

La Parrocchia di Forchia e la Parrocchia di Bucciano insieme per ricordare lo scampato pericolo del 1865.

Sono trascorsi 154 anni da quello che i fedeli del territorio indicarono essere un evento prodigioso. Un evento che fu baciato dall’intercessione Mariana. Come raccontano le cronache del tempo, più precisamente un testo del 1893 che raccolse testimonianze e documenti diretti, una imponente alluvione si scatenò sulla montagna del Taburno rovesciando fulmini ed acqua in abbondanza.

Così raccontava il cronista nel secolo Ottocento con riferimento a quei fatti

“Si scatenò una tempesta tanto furiosa ed orribile su quella parte del Taburno che prospetta Bucciano, Pastorano e Case Nuove che le acque gigantesche penetrarono ancora per le finestre delle abitazioni. In quelle tre borgate v’era la desolazione che lacerava il cuore di tutti e il pallore della morte che ne tingeva il sembiante. Il popolo, di fronte a quel pericolo, volò col pensiero alla Vergine del Monte Taburno, invocandone la protezione con calde preghiere. La pietosa Vergine ascoltò in quel popolo la voce del suo pianto, accorse nel pericolo ed allontanò di tal maniera la sventura da quel luogo, che non ebbe a morire neppure un animale”.

Nessuna vita fu pagata e, quindi, i buccianesi attribuirono quel prodigio alla Mano della Vergine. Oggi pomeriggio, alle 18:30, una Santa Messa presso il Santuario con le due Comunità, guidate da don Antonio Macolino e da don Domenico Ruggiano, si uniranno per esprimere ringraziamento per quell’antico, scampato pericolo.

sponsor sponsor

LEAVE YOUR COMMENT

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

code