Home ATTUALITA' Cervinara. Un bel momento di fede. E’ questa la chiesa che vogliamo.
0

Cervinara. Un bel momento di fede. E’ questa la chiesa che vogliamo.

0

Cervinara per una sera ha ritrovato  la “strada smarrita” dopo le tante polemiche di questi giorni. 

La dedicazione a Dio della piccola chiesa di Pantanari dedicata a Nostra signora di Montevergine è stato un momento di fede pura che ha coinvolto tante persone.

Abbiamo toccato con mano l’emozione di molti presenti e dello stesso Arcivescovo Accrocca che ha presieduto la particolarissima cerimonia. Lo stesso prelato ha glissato le nostre domande rispondendo, con un sorriso, che non era il momento di enfatizzare le polemiche ma di “vivere l’apertura di una Bella Chiesa  che possa diventare presto CHIESA Bella ovvero comunità unita”.

E ieri sera la comunità è stata davvero unita per questo momento atteso da tanto tempo dagli abitanti della frazione Pantanari e non solo. Il piccolo edificio, con sacrificio e dedizione, è stato restaurato grazie all’impegno congiunto di privati cittadini e istituzioni. 

Una menzione speciale alla famiglia Clemente. Tre fratelli che hanno vissuto in prima persona tutte le fasi della ricostruzione e la commozione del fratello maggiore Marco è stata la prova che i sogni si avverano. La famiglia ha ricevuto un riconoscimento dal sindaco Tangredi anche lui protagonista in prima persona e con la sua amministrazione della realizzazione di questo sogno. Con loro tante altre persone che fino alla cerimonia di riapertura hanno dedicato le loro competenze e il proprio tempo per questo obiettivo comune.

Uno dei momenti più intensi quando è stato svelato l’antico dipinto che raffigura la Madonna di Montevergine accompagnato da un lungo applauso dei fedeli presenti in chiesa ma anche dai tanti presenti all’esterno che hanno potuto assistere alla celebrazione grazie alle nostre telecamere e ad uno schermo gigante.

Immagini trasmesse anche in diretta streaming su Usertv per consentire ai tanti cervinaresi sparsi nel mondo di assistere a questo evento unico.

Tra i presenti tanti sacerdoti della Valle Caudina che hanno arricchito ancora di più questo senso di comunità, di unione.

Mentre smontavamo le attrezzature l’odore di incenso era ancora presente e alzando lo sguardo è stato piacevole “incrociare” l’immagine della Madonna.

Davvero un bel momento di fede. E’ questa la chiesa che vogliamo.

@gianfrancomarchese

L’antico quadro della Madonna di Montevergine
Tabernacolo con il Ciborio

sponsor

LEAVE YOUR COMMENT

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

code