Home ARTICOLI De Mizio replica a De Maio “Attacchi fuori luogo”
0

De Mizio replica a De Maio “Attacchi fuori luogo”

0

Il Presidente dell’Ambito b3, Antonio De Mizio, interviene con propria nota in risposta ad una precedentemente diramata da Orlando De Maio, Presidente del Consiglio comunale di Pannarano. Quest’ultimo, in particolare, aveva lamentato come l’Ambito non fosse “equo” nella erogazione dei servizi a favore di tutti i paesi membri.

Lo slogan “Equità nella erogazione dei servizi” lanciato dal Presidente del Consiglio comunale di Pannarano, Orlando De Maio, stride enormemente con le concrete modalità con cui vengono erogati i servizi d’Ambito che – si ricorda – sono rispettosi del principio dell’universalismo selettivo (servizi rivolti a tutti i cittadini, con particolare attenzione alle fasce più deboli, a coloro che si trovano in condizione di particolare fragilità sociale, fisica, economica).
È bene evidenziare, prima di tutto, che ciascun Comune dell’Ambito è tenuto, per espressa previsione normativa, a compartecipare al costo dei servizi sociali e socio-sanitari, servizi che vengono riportati nel documento di programmazione di Ambito (Piano Sociale di Zona) che annualmente viene predisposto ed approvato dai Comuni, a seguito di attività concertativa.
Tali risorse, unitamente a quelle che provengono dai trasferimenti statali, regionali, europei, costituiscono la dotazione finanziaria (Fondo Unico di Ambito) di cui l’Ambito può disporre per coprire i costi di servizi che servono a dare risposta ai bisogni essenziali dei cittadini residenti nei 14 Comuni afferenti all’Ambito.
È stato ampiamente dimostrato per gli anni passati (ma il dato si riconfermerebbe anche all’attualità) che ciascun Comune dell’Ambito riceve, in termini di servizi, molto di più di quanto versa al Fondo Unico di Ambito. Purtroppo, questa constatazione di fatto, suffragata peraltro da chiari ed inequivocabili elementi documentali, stenta ad essere compresa da molti poiché l’unico dato su cui spesso gli Amministratori declinano l’attenzione è l’iscrizione in bilancio della somma da trasferire all’Ambito per le politiche sociali gestite in forma associata.
Stenta ad essere compreso che, grazie all’appartenenza all’Ambito, non solo i cittadini hanno possibilità di accedere a servizi aggiuntivi rispetto a quelli programmati nel Piano di Zona (es. assegni di cura, interventi di assistenza domiciliari per ex dipendenti pubblici o loro familiari, interventi di contrasto alla povertà), ma che è vantaggioso, anche da un punto di vista economico poiché i servizi (compreso il servizio sociale professionale o le attività assicurate dalle figure professionali costituenti l’Ufficio di Piano) hanno un costo di gran lunga superiore a ciò che il singolo Comune versa. Inoltre, la gestione ambitale produce economie di scala che altrimenti non si avrebbero.
È improprio anche affermare una disparità di assegnazione di risorse tra i Comuni. Nel caso citato, ossia il riferimento ai servizi per la prima infanzia, le affermazioni sono del tutto fuori luogo. Probabilmente il Presidente De Maio non è informato del fatto che la scelta di finanziare i costi di gestione di asili nido o micronidi, ubicati rispettivamente a Montesarchio, Bucciano e Moiano è stata determinata unicamente dal fatto che questi Comuni sono titolari di strutture adibite a tanto, e quindi è stata una scelta consequenziale quella di attuare gli interventi in tali strutture. Pannarano è, come tanti altri Comuni dell’Ambito, sguarnito di servizi per la prima infanzia accreditati, ma non per questo i suoi cittadini non possono fruire dei servizi ambitali.
Fuori luogo è anche l’attacco alla poca pubblicità data alle iniziative messe in campo dall’Ambito. A parte la pubblicità legale agli atti che viene data attraverso la pubblicazione all’Albo pretorio on line del Comune capofila, esiste – probabilmente De Maio non ne è a conoscenza – il sito web dell’Ambito B3 che rappresenta un canale comunicativo idoneo a tenere costantemente aggiornati i Comuni e la cittadinanza.
Confidiamo, fiduciosi, nella partecipazione del Comune di Pannarano alle riunioni di Coordinamento Istituzionale, organo di indirizzo politico e programmatico dell’Ambito B3, affinché, mutuando le stesse parole di De Maio, “non si senta cittadino di serie b”, ma possa far sentire la sua voce con contributi propositivi ed innovativi, evitando indebite ed inappropriate considerazioni.

sponsor sponsor

LEAVE YOUR COMMENT

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

code