Home ARTICOLI Airola, suolo pubblico ed occupazioni: opposizione interroga
0

Airola, suolo pubblico ed occupazioni: opposizione interroga

0

Nota stampa sottoscritta in materia di occupazione del suolo pubblico dall’opposizione nella sua totalità (Antonietta Bernardo, Gennaro Falzarano, Giuseppe Maltese e Bartolomeo Laudando)

Gli scriventi registrano sul territorio cittadino la scarsa regolamentazione di cui all’oggetto ed il disordine venutosi a creare
lungo lestrade cittadine (centrali e periferiche) a causa di realizzazioni (temporanee e permanenti) di strutture
che invadono alcuni tratti degli spazi pedonali dei marciapiedi e della sede stradale, intralciando la libera
circolazione (pedonale, delle biciclette, dei motocicli e degli autoveicoli).

Non si conosce il criterio adottato nel tempo per la concessione di tali strutture, scoordinate tra loro e nella maggior parte dei casi anche fuori dal contesto urbanistico in cui si trovano.

Il disordine esistente lascia ampi spazi anche a legittimi dubbi sull’esistenza di una reale situazione delle concessioni esistenti ovvero sulla congruità tra l’una e l’altra, anche se insistenti in aree econtesti analoghi.
Verificati gli atti regolamentari di settore, risulta esistere in materia il Regolamento per l’applicazione del canone per l’occupazione di spazi ed aree pubbliche del 01.01.1999, approvato dal Consiglio Comunale con deliberazione n. 55 del 29.11.1998, articolato in due parti: la prima, relativa alle procedure di concessione /
revoca del permesso; la seconda afferente il canone.
La vetustà dell’atto impone una rivisitazione generale del Regolamento nelle sua parti principali quali: le
procedure del rilascio / revoca, per adeguare il dispositivo alle correnti normative in materia; la suddivisione
del territorio comunale, ridefinendo le mutate categorie delle aree per le quali variano gli importi corrispondenti; le tariffe, ancora riportate in lire; i coefficienti di valutazione economica, anche in funzione delle nuove categorie sorte con il mutare dei tempi; i criteri ordinativi di determinazione del canone, adeguandoli allenuove normative oggi in vigore ed in funzione delle mutate esigenze emergenti dalla domanda e dall’offerta; le agevolazioni, verificandone la validità di quelle esistenti ed implementandone ulteriori e più aderenti alla situazione attuale; le modalità dei pagamenti, dell’applicazione delle sanzioni a seguito di accertamenti e controlli, definendone le responsabilità di gestione e controllo.
Uno strumento più idoneo garantirebbe una migliore vivibilità degli spazi pubblici, consentirebbe linearità ai provvedimenti amministrativi e favorirebbe il controllo da parte delle autorità preposte. Inoltre, limiterebbe inevitabili vantaggi di qualcuno rispetto ad altri. Per tali ragioni gli scriventi, CHIEDONO alla
Giunta del Comune di Airola di porre in essere con urgenza gli atti amministrativi necessari per un aggiornamento della materia in esame, tesa alla rivisitazione del suddetto Regolamento, completandolo con le eventuali altre norme vigenti.

Un piccolo sforzo programmatico che, solo successivamente, consentirebbe agli Uffici ed agli organismi comunali di potere espletare, ognuno per la propria parte di competenza, ogni azione volta al miglioramento di tale essenziale servizio per la vita quotidiana di ogni singolo cittadino della nostra amata Airola.

sponsor

LEAVE YOUR COMMENT

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

code