Home ARTICOLI Arte. Il tenore Nicola Pisaniello in concerto a Hannover. L’intervista.
0

Arte. Il tenore Nicola Pisaniello in concerto a Hannover. L’intervista.

0


Il tenore Nicola Pisaniello torna per la settima volta in concerto a Seesen (Hannover), una ridente città della Germania del nord ed è già registrato il tutto esaurito. Evento previsto Sabato prossimo alle ore19:00.
Il concerto è stato annunciato due mesi fa e il nome del nostro ha talmente entusiasmato che in breve tempo sono stati venduti tutti i biglietti e aggiunti altri spostando la sede del concerto dal teatro comunale che raccoglie circa 700 posti alla chiesa evangelica della città a 3 file di palchi circolari capace di contenere oltre 1500 posti.
Abbiamo così intervistato l’artista che ha chiarito vari punti in merito:



Gentile Maestro Pisaniello, tornare a cantare da vincitore in una città cosa comporta?
Un forte senso di responsabilità, senz’altro il pubblico accoglie con entusiasmo l’artista che già conosce e segue, ma proprio in virtù di ciò l’artista cercherà di restituire sempre più in virtù della stima che gli viene portata.

Quale sarà il programma presentato?
È un commisto di pezzi da camera con arie d’opera , duetti e terzetti

Quindi sarà sostenuto da altri colleghi?
Si… dal soprano Sonia Peruzzo e il baritono Andrea Cortese, al pianoforte siederà il maestro Gerardo Dellisatti già collaboratore del teatro “La Fenice di Venezia.

Quale dei suoi cavalli di battaglia eseguirà?
“Una furtiva lacrima” dall’Elisir D’amore di Donizetti, un pezzo davvero impegnativo ove d’obbligo sono emozionanti “messe di voce” con accorati slanci di entusiasmo amoroso sino all’intimo pianissimo che ne canta l’innocente affetto. Non mancheranno “A vucchella”, “O sole mio”, ne la coloratura rossiniana per il famoso duetto con il baritono “All’idea di quel metallo” dal Barbiere di Siviglia

Una curiosità: Lei è ormai una persona magra, con decine di chili in meno: teme di non essere riconosciuto?
Non ho timori, sono dimagrito 36 kg è capitato al festival di Puccini lo scorso anno, avevo già 30 kg in meno e le sarte mi chiesero di chiamare il maestro Pisaniello per la misura dell’abito io dopo uno smisurato sorriso mi feci subito riconoscere tra la simpatia e la sorpresa degli astanti…
A tal proposito va del tutto sfatata l’idea che i cantanti lirici debbano “essere in carne” per meglio assolvere al proprio ruolo di vocalisti, anzi è il contrario… oggi viviamo il mondo dell’immagine e i registi preferiscono fisici belli o quanto meno proporzionati… risulta impensabile vedere in palcoscenico un soprano che interpreta Traviata e che pesa 90 kg, non è più possibile o un Conte Almaviva in Barbiere di Siviglia che pesa più di un quintale, sicuramente non sarebbe bello da vedere…
Oggi più che mai l’occhio vuole la sua parte, tutto dovrà risultare tanto armonioso, elegante, attraente…
La mia voce sta bene, ho seguito un naturale percorso alimentare, ne ho capito l’importanza e il senso di vanità mi ha tanto aiutato nell’ottenimento di un fisico in salute e piacente.
La tenuta di una voce, dipende dallo studio e dal suo equilibrio, quando il tutto viene affrontato con logica, non si perderà mai il controllo.


E cosa dire allora di grandi artisti come Luciano Pavarotti o la Montserrat Caballè o Jessy Norman?
Parliamo certamente di voci di calibro, di ammirevole posizione tecnica ma sono altrettanto certo che avrebbero avuto grossi problemi dal punto di vista registico proprio a causa della loro mole fisica. Oggi i registi ci chiedono anche di essere funambolici talvolta in palcoscenico, ad esempio io nella Lucia di Lammermoor al festival di Avenches ho fatto un corso di scherma per circa un mese giacché il duello con il baritono, in quel caso Giovanni Meoni e Giuseppe Altomare, avveniva proprio secondo uno scontro artistico e non è stato così semplice cantare e combattere senza ferire alcuno… è stato per tanto molto interessante.

Sentirsi piacente per un artista è importante?
Si molto… si dice che io sia persona bella, si parla dell’espressività dei miei occhi del mio guardo e questo mi arreca sicuramente un senso di piacere che ben si mescola con la gioia del canto. Stare bene con il proprio corpo (che è tempio dello spirito), significa stare bene con la propria mente. Essere cantante lirico è anche questo.

Maestro è ormai anche un personaggio dello schermo e di varie riviste nazionali, gossip e non solo… dopo la sua partecipazione a “casa Signorini” è ospite attualmente delle registrazioni per “Mezzanotte di Fuoco” dirette da Emanuela Tittocchia e Deianira Marzano: ci può dire qualcosa a riguardo?
Trovo che Mezzanotte di Fuoco sia un’esperienza assai interessante ove si parla di attualità, problemi sociali, agevolazioni di categoria, discriminazione, arte ecc , è un programma tanto interessante e che mi sta dunque a cuore..

Si ritiene una persona fortunata?
Si tanto…ho avuto la fortuna di poter studiare grazie alla disponibilità economica della mia famiglia e ho avuto poi la forza di resistere e di confrontarmi con l’ultimo dei maestri, il più severo ovvero il palcoscenico.

Quali i pro e quali i contro dell’essere personaggio pubblico, noto all’ambiente e non solo?
I pro riguardano la gioia di sapersi missionari dell’arte, quindi consimile del bello e del buono, sentirsi singolo eletto tra gli altri che in palcoscenico condividono emozioni uniche e irripetibili.
I contro sono di ordine più materialistico come ad esempio essere visti come elementi da avvicinare per ottenere favori (cosa che mi tedia e infastidisce l’animo), oppure essere visti come elementi dai quali ottenere beni materiali come danaro o altro, questo è uno dei caratteri più tristi che ahimè viaggia in parallelo con molte altre cose belle… d’altra parte il genere umano è fatto di esseri imperfetti e tanto caro e allettante è la ricerca di una certa diritura che ci rende “pur se talvolta con qualche sacrificio”, spogli di ogni vizio…


Come sempre grazie per la sua disponibilità e… buon concerto

sponsor

LEAVE YOUR COMMENT

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

code