Home AGENDA Benevento | A teatro con il Sogno, la Magia e la Realtà di Gitano
0

Benevento | A teatro con il Sogno, la Magia e la Realtà di Gitano

0

12 gennaio 2019 – Teatro San Marco – ore 21,00 – Benevento

Chi è GITANO – (Vero nome Tonino Fusco) nasce a Tocco Caudio, piccolo paese della provincia di Benevento, Sannio Beneventano. La voce dal timbro agrodolce fa di lui un interprete dal carattere mediterraneo, solare: le sue composizioni sfociano in un talento di grande impeto. Un personaggio insolito, il suo modo di vestire stravagante, i temi esotici delle canzoni presentate due volte al festival di Sanremo suscitano l’interesse di chi lo ascolta. Sorto da una realtà provinciale (quella del Sannio) ostile a chiunque abbia intenzione di fare musica professionalmente, ha dovuto battagliare da solo per potersi conquistare, grazie alla sua grinta e alla sua determinazione l’interesse del grande pubblico ed una notorietà dovuta soprattutto alle due partecipazioni Sanremesi. Inizia con l’oratorio, le feste scolastiche, poi nel 1975 arriva a Castrocaro terme, terzo posto e il passaggio alla manifestazione abbinata “festival gondola di Venezia”, ambedue manifestazioni dirette RAI 1 con Mike Buongiorno alla presentazione. Chitarra a 12 corde, armonica e kazoo, imitando il suo idolo Bennato, spopola con le feste di piazza di tutto il centro sud. Nel 1981 diventa un vero fenomeno nazionale, il re delle radio libere, imperversando infatti sulle radio libere di tutta la penisola con i due 45 giri BUON COMPLEANNO E UN ROMANZO FARO’. Arrivano intanto i primi contratti discografici e le prime apparizioni televisive, con la manifestazione a carattere nazionale DISCOINVERNO (quarto posto) e GIROFESTIVAL e vincitore del PREMIO RINO GAETANO – Livorno1984, per la INTERBEAT. Con questa casa fa uscire il suo primo album dal titolo LARGHE STREET. Nel 1989 Mino Reitano in collaborazione con il fratello Gegè diventa il suo produttore artistico e con un grosso contratto discografico targato BMG (ex RCA) arriva sul palco dell’ARISTON partecipando al suo primo FESTIVAL DI SANREMO. Arriva terzo, vende più di duecentomila copie e vince un disco d’oro con il brano PELLE DI LUNA. In agosto si aggiudica anche il leone d’oro per il brano più trasmesso dalle radio. Con il suo secondo Album PELLE DI LUNA sosta dodici settimane in hit parade. Tantissime le apparizioni televisive di spicco in Rai e Mediaset da Domenica in a Superclassifica. Inizia una tournéé fitta di serate, più di duecento. Fa il giro del mondo con tutto il cast di Sanremo (quell’anno il patron Adriano Aragozzini organizza Sanremo in the world). In autunno seguirà un Tour in Svizzera ed in Germania con il suo produttore Mino Reitano. Nel 1991 ritorna a SanRemo con la Ricordi, presenta il brano TAMURE’, arriva quarto e con il suo terzo album RAFFICHE DI VENTO sosta nuovamente in hit parade per dieci settimane. Ancora tour e tante serate per l’agenzia di spettacolo REFRAS del grande manager REMO FRANCESCONI, riscuotendo sempre grossi successi di critica e di pubblico. Di questo album, la grande Mia Martini fa sua una canzone bellissima dal titolo ANGELINA, una poesia struggente, tra le canzoni più belle che Gitano abbia scritto. La SIGLA di STRISCIA LA NOTIZIA sarà EO BABBEO del suo album. Scriverà canzoni per Mino Reitano e la fotomodella ZHARA. Seguirà un tour teatrale in Inghilterra. Non smettendo mai di fare concerti, l’artista, darà spazio ad un’altra sua passione, quella di scrittore, sfornando dei libri bellissimi in vernacolo, CENTO NOVELLE TOCCHESI e LO ATTARULO (vocabolario di lingua sannita), partecipando in veste di novelliere a Città Spettacolo Di Benevento per la direzione artistica di Maurizio Costanzo e Giordano Montecchi. Sarà vincitore di due premi letterari il FRANCESCO FLORA E il CONTURSI TERME. FRANCO SALVIA, direttore di TELENORBA gli produce il suo quarto album MUSICA A CHIODO. La canzone vincente di questo album sarà SABATO DI MAGGIO un’altra chicca per Gitano, una canzone bellissima che sarà la sigla di Gran Lady su TELENORBA (15 puntate) condotte di Gianni Ciardo e BARBARA CHIAPPINI. Gli album successivi saranno ancora MELOMEDIROCK, PEZZETTI D’AMORE per la Pull record – Milano di Romolo Ferri. Nel 2004 scriverà per LA BASTOGI editore distribuito dalla FELTRINELLI un libro di successo dal titolo L’INKAZZAUTORE (nudo integrale della musica leggera italiana), ANTONIO RICCI compra il libro sull’autogrill e per una settimana STRISCIA LA NOTIZIA condotta da Greggio e Iacchetti, ne parlerà. IL libro vende trentamila copie riscuotendo molta curiosità. Gitano ne scriverà la sceneggiatura e con il soggetto parteciperà al PREMIO SOLINAS. Gegè Reitano ancora gli produrrà un altro album dal titolo TURBOLENTO, nell’album una canzone scritta per suo fratello dal titolo CIAO MINO, presentata al teatro Cilea di Reggio Calabria. Nel 2015, dopo anni di lavoro intenso e passionale l’artista da alle cronache il suo album, a suo dire “il più bello di tutta la mia carriera” dedicato alla sua terra dal titolo FACCI – RADIKANTO.

sponsor

LEAVE YOUR COMMENT

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

code