Home ARTICOLI Ospedale Sant’Alfonso, ora i nodi anestesisti e Scienze infermieristiche
0

Ospedale Sant’Alfonso, ora i nodi anestesisti e Scienze infermieristiche

0

Come se vi fosse una regola tacita e maligna in virtù della quale, archiviata una questione, immediata se ne deve aprire una ulteriore. Ospedale di Sant’Agata de’ Goti, non v’è pace: tirato (quanto mero apparentemente) un sospiro di sollievo in relazione alla permanenza del Pronto soccorso, ecco che scoppia un nuovo, doppio caso. Quello relativo ad anestesisti e Facoltà di Scienze Infermieristiche. Quanto ai primi, pare proprio che a partire dal 1 Dicembre al Sant’Alfonso ne rimarranno in servizio solo in numero di tre. Questo perchè dei cinque attualmente in organico, due dovranno lasciare dal momento che si sono visti negare dalla dirigenza Asl (la quale ha, tuttavia, fornito proprie spiegazioni in termini normativi) la richiesta stabilizzazione. Sta il fatto che, con l’ingresso del prossimo mese, gli anestesisti da cinque passeranno a tre, sempre che non si faccia qualche operazione che sia atta a tamponare la doppia perdita. Diversamente sarebbero cavoli letteralmente amari, poichè tre (3) anestesisti in ospedale non sarebbero in grado di coprire le turnazioni tra Sala rianimazione, Chirurgia d’urgenza e codici rossi in Ps. Si rischia il blocco sempre che, come detto, non arrivi un’iniezione da qualche dove. E quel dove molto difficilmente sarà il “Rummo” che, quanto ad anestesisti, manco ride. Altra gatta da pelare riguarda gli studenti di Scienze infermieristiche. La Triennale fu attivata qualche anno addietro dalla Federico II di Napoli stabilendo anche in Sant’Agata de’ Goti una delle sedi, opzionabile dagli studenti, di frequenza della parte teorica. A quanto sembrerebbe, però, a partire da domani – lunedi 26 – le lezioni si sposteranno a Benevento. Quattro giorni di preavviso e mille disagi per circa 70 studenti che si sono ritrovati con contratti di locazione sottoscritti a Sant’Agata de’ Goti e più di un nodo logistico da sciogliere nell’arco di poche ore. Trentasette giovani, intanto, riconducibili a diversi anni di corso, hanno indirizzato una lettera a Direttore Asl e Rettore della Università napoletana chiedendo di rinviare, quanto meno, alla fine dell’anno accademico lo spostamento dei corsi nel Capoluogo. Di seguito parte della missiva. Premesso dagli studenti comeil bando del corso di laurea Dr/2018/2895 non prevedeva un’eventuale ipotesi di trasferimento, che gli studenti sono collocati ad uso abitativo presso camere e/o appartamenti con legittimi contratti di locazione la cui disdetta necessita di una comunicazione da pervenire al locatore in un tempo congruo previsto, ex legge, di almeno 6 mesi prima della scadenza e che, anche volendo rimanere presso le proprie abitazioni in Sant’Agata de’ Goti, diviene difficile raggiungere la sede di Benevento data la mancanza di mezzi di collegamento e trasporto tra i due plessi. Di fatti, diviene impossibile effettuare gli spostamenti necessari per il raggiungimento delle sede territoriali  ai fini del tirocinio pratico”, gli stessi chiedono, come anticipato,qualora ci sia conferma del trasferimento di sede da Sant’Agata de’ Goti a Benevento,  di rinviare lo stesso alla fine dell’anno accademico 2018/2019 cosicché gli studenti possano averne adeguata e preventiva informazione e procedere al trasferimento con le dovute cautele e modalità”.

sponsor

LEAVE YOUR COMMENT

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

code