Home ARTICOLI Airola, Marro “La scuola ferita”
0

Airola, Marro “La scuola ferita”

0

Da Giovanni Marro, Dirigente scolastico dell’Istituto Comprensivo “Vanvitelli” di Airolariceviamo

Il furto perpetrato presso l’Istituto “Vanvitelli” di Airola la notte del 23 novembre scorso, mi ha portato a fare delle considerazioni che sento il bisogno di condividere con i docenti della Scuola dove lavoro e con le forze sociali, politiche e culturali della Città di Airola.
Rubare ad una Scuola significa privare i propri alunni di un bene che serve a
crescere e realizzare quello che in ambito scolastico chiamiamo “successo
formativo” ossia la più alta definizione del principio costituzionale della
realizzazione del “pieno sviluppo della persona umana” in tutte le molteplici
direzioni sociali e culturali. Le numerose manifestazioni di solidarietà che mi sono giunte da tanti colleghi, docenti, forze politiche, religiose e sociali che nella giornata di sabato ho avuto, e
che qui ringrazio sentitamente, mi hanno profondamente colpito per la
costernazione, il disappunto, anche la rabbia per un atto vile e senza un
significativo ritorno economico, che non corrisponde nemmeno lontanamente al
danno subito dalla Scuola. Le dotazioni strumentali informatiche, di cui la Scuola è stata derubata,
rappresentano un innegabile vantaggio per gli alunni definiti “nativi digitali”,
poiché hanno la capacità di avvicinare chi insegna e chi apprende, un medium
insomma per facilitare l’incontro generazionale, vista la differenza cronologica che divide docenti e discenti.
Tuttavia questo triste episodio, che noi confidiamo possa essere perseguito dalle
forze dell’ordine, non scalfirà la nostra azione didattica, il nostro entusiasmo, la
voglia di acquisire sempre nuove professionalità e competenze per dotarci di strumenti didattici e metodologici sempre più efficaci nell’affrontare le
problematiche inerenti la crescita armonica e culturale degli alunni della nostra Scuola. Quanto accaduto non ci fermerà e sono certo che la comunità tutta di Airola ci sarà vicina in questo momento per noi difficile, ma non ferale. La ferita inferta alla Scuola, con l’impegno ancora più pregnante e solidale di docenti, personale Ata e di chi scrive, si rimarginerà superando questo momento critico e rafforzandosi nei suoi principi fondamentali, per contribuire, da protagonista, alla crescita culturale e sociale dell’intera comunità.

sponsor

LEAVE YOUR COMMENT

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

code