Home ARTICOLI Cervinara | Cambareri: risposta insufficiente dal sindaco…
0

Cervinara | Cambareri: risposta insufficiente dal sindaco…

0

Il dibattito sulla questione spese di spedizione tassa rifiuti.

La risposta del sindaco è del tutto insufficiente. Per diversi motivi.
1. Anzitutto egli rappresenta l’Amministrazione e i consiglieri hanno il dovere di rivolgere a lui le domande per avere risposte ufficiali e non a impiegati.
2. Nel merito, la risposta è ancora più grave. Dunque è stato il comune a prevedere ulteriori balzelli ai cittadini. Perché nel capitolato è stato inserito l’invio di missive a carico del destinatario?
3. Ancora una volta il Comune di Cervinara invece che andare incontro alle esigenze dei cittadini pensa solo a chi deve guadagnare dal servizio.
Ringraziamo il sindaco della risposta che, purtroppo, conferma i nostri dubbi. A Cervinara i cittadini vengono solo dopo le esigenze di incasso.

di seguito la risposta del sindaco oggetto della discussione:

A seguito dell’ articolo relativo al caso francobolli Step segnalato dal giornale “Il Caudino” e ripreso dai consiglieri di minoranza Spiotta, Marra, e Cambareri, il Sindaco precisa che presso l’ente comune esiste una struttura amministrativa composta da un vertice che è il Segretario ed una serie di funzionari responsabili dei diversi settori, ai quali si potevano chiedere delucidazioni in merito alla questione sollevata e non chiamare sempre in causa il primo cittadino su questioni che non competono all’amministrazione pura ma che hanno il solo obbiettivo di offuscare l’immagine delle persone. Francamente questo tipo di politica non mi appartiene e non fa onore a chi la fa. Tuttavia, sostituendomi agli interessati, ho chiesto delucidazioni in merito e di seguito riporto integralmente la comunicazione inviata dalla Step: “con riferimento ai costi di notifica addebitati ai contribuenti nei provvedimenti di accertamento e riscossione, si evidenzia che la previsione dell’ inserimento dei valori è contemplata nel capitolato d’oneri sia all’articolo 5, dove viene chiaramente definito l’obbligo di indicare all’interno dell’atto le ulteriori spese in quanto anticipate da Step per conto dell’ente, ed addebitare direttamente ai contribuenti per il recupero, sia all’ art 6, nel quale viene sostanzialmente confermato quanto espresso in precedenza, in relazione all’indicazione tra le spettanze dovute al concessionario degli importi sostenuti da step a titolo di rimborso. In relazione all’entita’ dei costi indicati nei predetti atti si rileva quanto segue: lo scorso anno step ha affidato il servizio di invio degli atti al circuito Poste Italiane, non trovando tuttavia gli opportuni riscontri sperati, atteso che le attivita’ da questi espletate sono risultate essere palesemente al di sotto degli standard qualitativi attesi e soprattutto ha comportato una ingente mole di lavoro per attuare gli opportuni aggiustamenti del caso, con i conseguenti oneri derivanti. In conseguenza di quanto accaduto, per il corrente anno, è stato deciso di affidare il servizio delle notifiche alla societa’ Integra, che oltre a garantire un livello qualitativo superiore a quello di Poste Italiane ha assicurato una notifica puntuale dei provvedimenti in conseguenza della tracciabilita’ degli stessi nel proprio sistema e al contestuale rilascio di appositi flussi informatici afferenti all’esito delle notifiche da acquisire negli applicativi gestionali. In sostanza anche la spedizione ordinaria è stata tracciata come una raccomandata. In conseguenza di quanto sopra viene motivata l’indicazione dei valori riportati nei provvedimenti emessi”.
Con cordialita’ e la stima di sempre
il Sindaco Filuccio Tangredi.

sponsor

LEAVE YOUR COMMENT

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

code