Home ARTICOLI Montesarchio, De Nisi “In Forza Italia autocandidature non condivise”
0

Montesarchio, De Nisi “In Forza Italia autocandidature non condivise”

0

comunicato stampa Lucia De Nisi, vicecoordinatore Forza Italia Montesarchio 

La crisi della maggioranza consiliare che, giorno dopo giorno, diventa sempre più profonda con la perdita del sostegno di altri consiglieri, lascia nei cittadini la consapevolezza che i cinque anni di amministrazione Damiano hanno disatteso le aspettative di tutti, compresi gli stessi sostenitori della sua lista. Le dimissioni dell’assessore Antonio De Mizio, infatti, sono la prova di come nulla abbia funzionato e che dopo l’Amministrazione guidata dall’ex sindaco Antonio Izzo il paese sia rimasto profondamente diviso. Ed è in questo panorama politico amministrativo che si agitano le aspettative personali con una miriade di candidature a sindaco che non si muovono nella ricerca di convergenze costruttive per il paese, ma soltanto per motivi strettamente legati ad ambizioni personali per la corsa a palazzo San Francesco. Come vicecoordinatore della sezione cittadina di Forza Italia, avrei preferito che da Montesarchio, in occasione del rinnovo del Consiglio comunale, potesse partire quella richiesta di rinnovamento del modo di far politica, sia nel paese e soprattutto all’interno del partito. Avrei preferito, inoltre, che Forza Italia fosse unita sul modo di ricercare il candidato a sindaco e le alleanze più idonee per guidare una lista vincente. Purtroppo, però,  esuberanze e ambizioni personali nonché autocandidature non condivise ci allontanano dalla ricerca di un progetto amministrativo diverso e discontinuo dal vecchio modo di far politica che possa offrire al paese un vero rinnovamento amministrativo e culturale. La situazione locale è a dir poco confusa, e giorno dopo giorno aumentano le autocandidature a sindaco, mentre persistono le manovre di candidatura anche da parte di chi non ha oggettivamente competenze per poter guidare un Comune come quello di Montesarchio, allo stato attuale dopo Benevento il più importante della provincia. In questo momento credo che le ambizioni personali, il mettersi in evidenza con comunicati stampa, le aperture di sedi siano cose che lascino il tempo che trovano perché servono solo a confondere e dividere ancor di più i cittadini. E’ necessario, pertanto, che si incominci a ragionare mettendo da parte il proprio egoismo, ricercando aggregazioni credibili e vincenti. In questo scenario, infine, sarà importante il ruolo delle donne, non per adempiere ad un obbligo legislativo come è stato fino ad ora per la maggior parte dei casi, ma quali vere protagoniste nelle scelte amministrative future.

sponsor

LEAVE YOUR COMMENT

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

code