Home ARTICOLI TTA, Laudando interroga l’Amministrazione
0

TTA, Laudando interroga l’Amministrazione

0

Da Bartolomeo Laudando, consigliere comunale di opposizione di Airola, riceviamo e pubblichiamo testo di interrogazione presentata a tecnici e politici comunali. Oggetto della questione il rapporto Tta-Comune in fatto di capannoni.

PREMESSO
1) Di aver fatto accesso agli atti relativi al canone di fitto della Adler s.r.l. tta s.r.l. in favore del comune di Airola, (del 07/09/2016 e del 25/01/2018) si è riscontrato che i pagamenti non sono regolari;
2) Che la Adler s.r.l. TTA s.r.l. da fonti giornalistiche risulta tra le aziende più sane della Campania con il raddoppio del fatturato grazie alle commesse Aereo spaziali (fonte RETE SI del 26 Aprile 2016) e successivi investimenti in impianti e attrezzature per 28,2 milioni di Euro (fonte sole 24 ore del 12 Agosto 2016)

3) che non si è provveduti a far rispettare il contratto di locazione rep. 1802 del 12/11/2012 (Art. 3, lettera C) stipulato tra la Adler s.r.l. TTA s.r.l. e il comune di Airola:
a) il conduttore ha mancato di corrispondere l’affitto all’ente per tre volte consecutive
b) non è stato rivalutato l’indice ISTAT
c) non è stata fatta la rideterminazione in aumento in relazione ad elementi certi connessi alla effettiva produttività ed al superamento della crisi come specificato nell’articolo 4 comma 2 del ripetuto capitolato
d) dalla documentazione inviatami non risultano le somme del pagamento dell’Iva
4) Che è stato necessario avviare le procedure di recupero coattivo dei suddetti crediti, mediante conferimento di apposito incarico legale, a tutela degli interessi dell’Ente; (delibera di Giunta N° 96 del 16/04/2015)
5) Non è chiaro ad oggi se la ditta abbia rispettato gli impegni sottoscritti con i sindacati nel verbale di accordo del 13 Novembre 2014 presso la sede dell’unione Industriali di Napoli per l’assunzione di 108 lavoratori dell’area di crisi Ex Benfil Tessival di Airola;
6) Che l’ente ha incaricato il legale Vincenzo Napolitano di procedere al recupero delle rate di fitto al 09 Novembre 2016 dovute all’ente (interrogazione 29 Ottobre 2016 Prot.10596)
INTERROGA IL SINDACO
Per sapere;
1) Il motivo per il quale questo ente non ha preso provvedimenti nei confronti della TTA per inadempienza del ritardo del pagamento del fitto oltre i trenta giorni per la terza volta consecutiva condizione che fa scattare l’applicazione dell’art. 3, lettera c del contratto in essere tra l’ente e la TTA “ la locazione si intenderà risolta di diritto, senza necessità di preavviso, allorquando il locatore accerti ufficialmente che la conduttrice ritarda per tre volte consecutive, oltre i 30 giorni, il pagamento del canone di locazione”
2) Come mai non risulta rivalutata l’indice istat ?
e) Come mai non è stata fatta la rideterminazione in aumento in relazione ad elementi certi connessi alla effettiva produttività ed al superamento della crisi come specificato nell’articolo 4 comma 2 del ripetuto capitolato?
3) Quanto ammonta la parcella conferita all’Avvocato Vincenzo Napolitano per il recupero delle rate di fitto non corrisposte all’ente dal 2015 al 09 Novembre 2016 tali somme in quale capitolato sono state inserite
4) Come saranno recuperate le somme di fitto non percepite dal 09 Novembre 2016 ad oggi
5) Dei 108 lavoratori concordati con i sindacati nel verbale di accordo del 13 Novembre 2014 quanti lavoratori dell’area di crisi Ex Benfil Tessival attualmente lavorano?, con quale qualifica e con quale tipo di contratto sono stati assunti ?

sponsor

LEAVE YOUR COMMENT

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

code