Home ARTICOLI Airola, Laudando “ispeziona” l’ex Macello
0

Airola, Laudando “ispeziona” l’ex Macello

0

Comunicato stampa Bartolomeo Laudando, consigliere comunale Movimento Cinque Stelle 

Il giorno 22 Febbraio 2018 il consigliere del M5S Bartolomeo Laudando si è recato in una delle strutture di proprietà comunale, (il Centro di ascolto e orientamento per immigrati regolari) di via Lavatoio dove temporaneamente vengono impartite lezioni di Italiano da parte di volontari di associazioni locali. Ciò per fare una visita ispettiva  nell’intento di agevolare l’integrazione dei giovani immigrati regolari. Il consigliere ne ha approfittato per scambiare anche delle opinioni con loro che, incuriositi, hanno rivolto molte domande sia di carattere sociale che di politica. Poi ha proseguito la visita ispettiva riscontrando uno stato drammatico della condizione in cui versa la struttura: giardini non curati, rivestimento esterno in pietra scollato dalla parete, pareti interne con vistose presenze di umidità, infissi che non riescono a proteggere la struttura da infiltrazione di acqua in occasione delle piogge, l’impianto per riscaldare i locali con il sistema geotermico completamente abbandonato e inutilizzato con presenza di rifiuti – tanto da dover ricorrere all’allaccio del metano aggravando l’ente di ulteriori spese che ricadranno nelle tasche dei contribuenti Airolani – bocchette esterne per far areare i locali senza alcuno sbocco interno, pompa dell’irrigazione guasta con fuoriuscita di acqua in quantità esagerata provocando un’ enorme spreco di un bene prezioso che, oggi come oggi, non possiamo proprio permetterci. Per evitare che la perdita di acqua continuasse a uscire, Laudando si è rivolto subito all’architetto Schettini, responsabile della Manutenzione del Comune di Airola, per avvisarlo del guasto ed invitandolo a provvedere nell’immediato a fermare la perdita). La cosa più allucinante è che il terrazzo non presenta alcun accesso per uscire sul terrazzo: ci chiediamo se i progettisti hanno pensato che non ne avesse bisogno o si sono dimenticati di realizzarlo. Una struttura realizzata da poco già presenta tantissime criticità. Faccio presente che il suo recupero è costato circa un milione 800.000 euro di soldi pubblici. Ritengo che sia stato uno sperpero oltre a uno schiaffo alla fame: è possibile che le Istituzioni non siano in grado di prestare attenzione a questi sprechi e non abbiano prestato attenzione nel farsi consegnare la struttura in piena efficienza. A questo punto al consigliere Laudando non resta altro che fare un’ accesso agli atti per avere maggiori informazioni in merito e agire informando le Istituzioni di riferimento delle eventuali irregolarità commesse.

 

sponsor

LEAVE YOUR COMMENT

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

code