Home ARTICOLI Ipm, giunto ad Airola il vertice Sappe
0

Ipm, giunto ad Airola il vertice Sappe

0

Un vertice molto importante quello che, nei giorni scorsi, si è sviluppato presso le sedi dell’Istituto penale minorile di Airola. Protagonisti, da una parte, il neodirettore della struttura di corso Montella – Dario Caggia – e, dall’altra, Donato Capece, Segretario generale del SappeSindacato autonomo di Polizia penitenziaria. Il vertice della principale Sigla è giunto appositamente in Valle Caudina all’indomani dell’ennesimo preoccupante evento che ha visto coinvolto il plesso per minori. Come si ricorderà, infatti, qualche giorno addietro un detenuto, approfittando di un regime di permesso, aveva fatto perdere le sue tracce durante una partita di calcetto che era stata organizzata a Maddaloni. La punta di un iceberg fatto di episodi critici che hanno visto, tra telefonini infiltrati, sommosse e selfie da dietro le sbarre, l’Istituto di corso Montella serialmente al centro delle cronache anche nazionali. Capece, pur nel contesto di un più ampio ragionamento inerente la necessità di rivedere il sistema della giustizia minorile nella sua interezza, si è calato anche nello specifico delle criticità di Airola evidenziando, interpellato dalla stampa, la necessità di aumentare gli attuali 45 agenti in servizio (a fronte di 42 detenuti) ad almeno 50 unità. Rimarcata dallo stesso anche la globale esigenza di “rinverdire” la struttura e quella specifica di mettere in migliori condizioni di sicurezza l’area dell’armeria e quella della portineria. Posto l’accento sulla costruttività dell’incontro, espressioni di massime collaborazione e vicinanza sono venute dal Sappe ai vertici dell’Istituto al fine di intraprendere un percorso che “elimini le criticità e restituisca alla struttura le sue peculiarità di riferimento d’eccellenza”

sponsor

LEAVE YOUR COMMENT

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

code