Home ARTICOLI Dopo Sanremo, Paola si racconta “Emozioni rare”
0

Dopo Sanremo, Paola si racconta “Emozioni rare”

0

Una settimana per toccare con una mano i propri sogni. E’ quella vissuta da Paola D’Alessandro, ventenne cantautrice arpaiolo-novarese, nella prestigiosa atmosfera del Festival di Sanremo. Sette giorni a contatto con le star della canzone nazionale, prendendo parte in modo attivo ai vari eventi collaterali che si sono sviluppati in parallelo alla manifestazione principale. Giusto riconoscimento, questo, conquistato sul campo: la ragazza, infatti,  colse la seconda piazza, con ben 2.903 voti, ad “Area Sanremo Videoclip”, rassegna che aveva visto ai nastri di partenza più di mille concorrenti. Un gran risultato (e già di per se una gran bella soddisfazione) che, oltre ad aver dato al talentino piemontese la possibilità di respirare la suggestiva atmosfera ligure, le è valso anche una borsa di studio – da 1000 euro – e la produzione di un singolo a cura della casa “Anteros“. Nata da mamma Anna Fucci (caudina) e da papà Damiano, Paola ha vissuto ad Arpaia fino all’età di due anni. Scelte di lavoro, poi, portarono la famiglia a prendere la via del Nord e, precisamente, quella di Novara, terra d’origine del papà. La canzone è un amore della primissima ora: la baby D’Alessandro ha soli tre anni quando già scalda le sue ugole nei coretti cittadini; poi la scelta del Liceo musicale e, quindi, quella del Conservatorio Cantelli dove attualmente studia Flauto traverso e Pianoforte. Quindi l’avventura, “intrapresa per divertimento”, con “Area Sanremo Videoclip” “armata” della cover di Michele Bravi, “Un Mondo migliore”“Il pezzo che ho proposto, “Uno sbaglio consapevole” – ha raccontato la ragazza al Corriere di Novara ricostruendo i sette giorni sanremesi – ha avuto successo: tante interviste, un tour per la città in locali importanti. E anche incontri straordinari come quello con Alex Britti che si è complimentato con me, con il fantastico cantante Silver, con il maestro Enzo Avitabile. Sembrava un sogno e invece è realtà. Il 20 aprile uscirà il mio singolo con l’etichetta discografica Etichetta Sonora, la mia nuova famiglia musicale guidata da Marco Mori che ringrazio. E ringrazio anche il mio produttore Gianni Testa. Non credevo di poter vivere queste emozioni. Sono più pronta che mai per i prossimi impegni: cinque brani da arrangiare con Riserva Sonora e in futuro anche un mio cd. Belle soddisfazioni che spero di continuare a vivere. L’esperienza che ho vissuto è una di quelle emozioni rare che non si provano sempre nella vita. Sono tante le persone – ha chiuso Anna nel ricordare anche i nonni e la gente di Arpaia che hanno tifato per lei a distanza di migliaia di chilometri – che hanno contribuito a rendere indimenticabile l’esperienza del mio piccolo Sanremo”

sponsor

LEAVE YOUR COMMENT

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

code