Home ARTICOLI Airola | La segnalazione di mancato rispetto del regolamento per il funzionamento del consiglio comunale da parte di Laudando
0

Airola | La segnalazione di mancato rispetto del regolamento per il funzionamento del consiglio comunale da parte di Laudando

0

La segnalazione di Laudando indirizzata a:

Spett.le PREFETTO DI BENEVENTO

Autorità Nazionale Anticorruzione

SERVIZIO SEGRETARIO GENERALE

Il sottoscritto Bartolomeo Laudando, in qualità di consigliere comunale del comune di Airola, eletto nelle fila del M5S

fa presente che in occasione della seduta della conferenza dei Capogruppo del 29 Gennaio 2018, ha Presentato a mano al presidente del Consiglio Angelo De Sisto una Mozione dal titolo“Istituzione dell’elenco degli alberi monumentali d’Italia e principi e criteri direttivi per il loro censimento”. Applicazione tempestiva e la corretta pubblicizzazione alla cittadinanza dei metodi e criteri per l’individuazione degli alberi monumentali presenti nel decreto del Ministero delle politiche agricole, alimentari e forestali del 23 ottobre 2014 da inserire nell’ordine del giorno della seduta del primo consiglio Comunale utile come previsto dal regolamento per il funzionamento del consiglio comunale art. 24 comma 6. E dal tuel art.43 comma 1

Tenuto conto che tutto ciò e stato verbalizzato, e il presidente del consiglio Dott. Angelo De Sisto recepiva l’istanza e si riservava di valutarla nei tempi regolamentari … ; cosa che non è avvenuta, visto che alle ore 19,24 del 29 Gennaio 2018 quando i capogruppo erano ancora tutti presenti nell’ufficio segreteria luogo dove si svolgeva occasionalmente la riunione, alla presenza del Signor Maurizio Bello che svolgeva le funzioni del segretario ( nel verbale non compare l’orario della chiusura dei lavori), perveniva una e mail con la convocazione del Consiglio comunale per il 02 febbraio 2018 ore 17,00 senza menzionare la mozione presentata dal sottoscritto e indicare le motivazioni dell’esclusione dall’ordine del giorno del prossimo consiglio Comunale convocato per il Venerdi 02 febbraio 2018

Si chiede che venga ripristinato il rispetto delle regole nella funzione del consiglio comunale e quindi che la mozione venga inserita all’ordine del giorno del prossimo consiglio comunale convocato per il 2 febbraio 2018.

 

MOZIONE

ISTITUZIONE DELL’ELENCO DEGLI ALBERI MONUMENTALI

  • OGGETTO: Applicazione tempestiva e la corretta pubblicizzazione alla cittadinanza dei metodi e criteri per l’individuazione degli alberi monumentali presenti nel decreto del Ministero delle politiche agricole, alimentari e forestali del 23 ottobre 2014 “Istituzione dell’elenco degli alberi monumentali d’Italia e principi e criteri direttivi per il loro censimento”.

    PREMESSO CHE

  • Nella settimana tra il 22 e il 26 gennaio 2018 sono stati abbattuti 2 pini secolari di pregio monumentale, storico e culturale a ridosso di via Pace, Alberi abbattuti su commissione dei proprietari, presumo senza alcuna segnalazione all’ufficio Ambiente del Comune di Airola, taglio eseguito in modo barbaro amputandoli direttamente dalla base, attualmente sono ancora coricati nel terreno come dei cadaveri in attesa che il (mandante) carnefice completi lo strazio iniziato qualche giorno fa, privando la comunità di quelle poche testimonianze storiche Naturalistiche trasmessaci dai nostri antenati con tanta passione e amore, ora per rimediare all’ipotesi che altri possano usare lo stesso metro per liberarsi indisturbati, di quei pochi alberi secolari rimasti sul territorio, In attuazione dell’art. 9 della Costituzione, in coerenza con le attribuzioni di cui all’art. 17 della Costituzione stessa, con il decreto legislativo 22 gennaio 2004, n. 42 e successive modifiche ed integrazioni, lo Stato tutela e valorizza i beni culturali e paesaggistici

    PREMESSO INOLTRE CHE
    Il decreto legislativo 26 marzo 2008, n. 63 che nel modificare la lettera a) dell’art. 136 del decreto legislativo 22 gennaio 2004, n. 42, include tra le cose immobili che hanno cospicui caratteri di bellezza naturale, singolarita’ geologica o memoria storica, anche gli alberi monumentali e che nel modificare l’art. 137 stabilisce che le commissioni regionali deputate alla formulazione di proposte per la dichiarazione di notevole interesse pubblico degli immobili e aree di cui all’art. 136 siano integrate dal rappresentante del competente comando regionale del Corpo forestale dello Stato nei casi in cui la proposta riguardi filari, alberate ed alberi monumentali

    CONSIDERATO CHE
    La legge 14 gennaio 2013 n. 10, recante norme per lo sviluppo degli spazi verdi urbani, all’art. 7 detta disposizioni per la tutela e la salvaguardia degli alberi monumentali, dei filari e delle alberate di particolare pregio paesaggistico, naturalistico, monumentale, storico e culturale

    CONSIDERATO INOLTRE CHE
    Il comma 2 dell’art. 7, della medesima legge, dispone che entro sei mesi dalla data di entrata in vigore della stessa, con decreto del Ministro delle politiche agricole alimentari e forestali, di concerto con il Ministro dei beni e delle attivita’ culturali e del turismo e il Ministro dell’ambiente e della tutela del territorio e del mare, sentita la Conferenza unificata di cui all’art. 8 del decreto legislativo 28 agosto 1997, n. 281 e successive modificazioni, siano stabiliti i principi e i criteri direttivi per il censimento degli alberi monumentali ad opera dei comuni e per la redazione ed il periodico aggiornamento da parte degli stessi e delle regioni di appositi elenchi nonche’ si provveda ad istituire un elenco degli alberi monumentali d’Italia gestito dal Corpo forestale dello Stato;

    VALUTATO CHE
    la definizione di albero monumentale è dotata di portata generale, intendendo come tale: l’albero ad alto fusto isolato o facente parte di formazioni boschive naturali o artificiali ovunque ubicate ovvero l’albero secolare tipico o di particolare pregio naturalistico, per rarità botanica e peculiarità della specie, ovvero che reca un preciso riferimento ad eventi o memorie rilevanti dal punto di vista storico, culturale, documentario o delle tradizioni locali; i filari e le alberate di particolare pregio paesaggistico, monumentale, storico e culturale, ivi compresi quelli inseriti nei centri urbani; gli alberi ad alto fusto inseriti in particolari complessi architettonici di importanza storica e culturale, quali ad esempio ville, monasteri, chiese, orti botanici e residenze storiche private

    VALUTATO INFINE CHE
    Gli alberi monumentali hanno una duplice valenza: naturalistica, dunque ambientale, e paesaggistica, nella moderna accezione lato senso culturale del termine, e sono stati inseriti tra gli immobili che possono formare oggetto di vincolo paesaggistico apposto da provvedimento amministrativo, in quanto dotati di cospicui caratteri di bellezza naturale, di singolarità geologica o memoria storica.

    il Movimemto 5 Stelle attraverso il proprio Portavoce

    CHIEDE CHE

    -Si proceda in tempi certi con il censimento degli alberi monumentali, sul territorio comunale.
    -Si avvii una campagna cittadina di informazione riguardante il suddetto censimento degli alberi monumentali e si -forniscano ai cittadini e alle associazioni semplici strumenti e assistenza per effettuare segnalazioni in tal senso.
    -Si rendano pubbliche sul sito del comune le segnalazioni di cittadini, associazioni, istituti scolastici, enti territoriali, strutture periferiche del Corpo forestale dello Stato.
    -Si renda altresì evidente nel succitato sito dell’amministrazione comunale l’esito delle segnalazioni ricevute.

    La mappatura degli alberi monumentali nel territorio di Airola risulta necessaria per la salvaguardia e tutela del nostro patrimonio culturale e colturale, dovrà coinvolgere la cittadinanza tutta, associazioni e enti presenti nel territorio, tale mappatura potrà portare a un percorso itinerante e turistico di questi alberi intesi come ‘patrimonio dell’umanità’ per la creazione di un’app dedicata su piattaforma ios/android con geolocalizzazione e un provider in cui appare la scheda botanica della specie e un ‘nome’ da poter dare a tale pianta che può essere scelto come ad esempio facendo riferimento a personaggi illustri della storia del nostro paese se l’albero o formazioni boschiva è all’interno del territorio comunale o dagli stessi cittadini se si tratta di alberi presenti in proprietà private; un percorso formativo e culturale per la cittadinanza tutta e in particolare per gli alunni delle scuole; una festa degli alberi e una festa della fioritura.

Rendere partecipi alla stesura dell’elenco degli alberi monumentali d’Italia e principi e criteri direttivi per il loro censimento le associazioni sensibili al tema e le scuole.

Con richiesta di porre la questione all’ordine del giorno del prossimo Consiglio Comunale e che sia affrontato come primo argomento con la partecipazione del Responsabile ufficio Ambiente del Comune di Airola, dei dirigenti scolastici dei plessi presenti sul territorio di Airola, il Comandante del corpo della Forestale di Benevento. il sopraintendente dei beni Culturali Paesaggistica di Caserta e la commissione Locale per il Paesaggio e le associazoni ambientaliste di Airola.

Il consigliere comunale proponente Bartolomeo Laudando

sponsor

LEAVE YOUR COMMENT

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

code