Home RUBRICHE Raccontami una Storia Raccontami una storia: 50 sfumature di Donna

Raccontami una storia: 50 sfumature di Donna

0

raccontami

…e poi ci sono le donne.

Quelle che la vita ha costretto a diventarlo troppo in fretta, negandole dei genitori su cui poter sempre contare.
Quelle forti, che, in realtà, sono le più fragili, quelle che non si reputano mai all’altezza e che invece, con le loro insicurezze, riescono laddove altri falliscono.
Ci sono le donne… quelle che vorrebbero un figlio, ma la natura, forse, per loro ha altri progetti e, con malinconica rassegnazione, si sentono un po’ mamme dei pargoli di amiche e sorelle.
Ci sono le donne… quelle in carriera, che si sentono sempre in colpa per il tempo sottratto ai loro figli.
Quelle che, con figli e PER i figli cercano un lavoro, desiderose di non privarli dei loro desideri, di non insegnargli la rinuncia e vedere la delusione nei loro occhi.
Ci sono le donne che sorridono davanti alla gente, nascondendo il dolore che vivono fra le mura di casa, con un marito violento e uomo solo perché nato maschio. E non hanno la forza di lasciare quegli “uomini”, perché non tutelate da uno stato assente.
Le donne che si fanno in quattro per far quadrare i conti e arrivare a fine mese, quelle che non hanno mai smesso di credere alle favole e cercano sempre il principe a cavallo. Le sognatrici. Le ribelli. Le guerriere. Quelle costrette a lasciare casa e affetti alla ricerca di un futuro migliore.
Ci sono le donne che, ogni sera, permettono all’ uomo che hanno sposato di entrare nel proprio letto, pur sapendo che, prima, altre mani l’hanno toccato. E gli fanno il bucato, cercando d’ignorare il profumo sulla camicia che sa di altre presenze. Donne che è facile giudicare prive di dignità (anch’io l’ho fatto) ma che se poi ci parli capisci che ne hanno… eccome se ce l’ hanno! È la dignità di persone ferite, che piangono di notte in silenzio per non farsi vedere dai figli e che, proprio per loro, ingoiano lacrime e soprusi.
Ci sono le donne che non accettano il tempo che passa e il grigio nei capelli e quelle che, invece, accantonano le velleità giovanili consapevoli che è giunto il momento e, con serenità, raccontano gli anni della bella gioventù a nipotini curiosi.
Ci sono le donne col rossetto e tacchi a spillo anche al supermercato, perché il trucco le fa sentire più sicure, e quelle acqua e sapone, perché la vita è sempre una corsa ed il make-up è solo per le grandi occasioni.
E ci sono anche le donne che, purtroppo, si arrendono alle difficoltà che quel male, oscuro lo chiamano ma in realtà evidente e profondo, gli mette davanti e cedergli diventa la loro unica certezza di vincerlo.
Il mio bacio stasera va a tutte noi DONNE, che con le nostre differenze e complessità, abbiamo un cuore grande e riusciamo a difendere e proteggere chi abbiamo deciso di farvi entrare. Sempre.
Non fateci mancare una carezza, non risparmiate un “sei bellissima…” in fondo, a noi donne, basta poco per farci sorridere.

Mariuccia Romano

sponsor

LEAVE YOUR COMMENT

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

code