Home ARTICOLI Viale Airola-Moiano, i platani a rischio. Laudando “Pronto ad andare in Procura”
0

Viale Airola-Moiano, i platani a rischio. Laudando “Pronto ad andare in Procura”

0

PaltaniEra ed è uno dei simboli della Valle Caudina. Il viale alberato che separa Airola e Moiano rischia seriamente di scomparire. Meglio dirsi, rischiano di scomparire i tipici arbusti che corrono sui due lati. I fusti si presentano malati, consumati alla base da fuochi che vengono appiccati per motivi non meglio chiari. E, tanto per non farsi mancare niente, vi è anche chi utilizza le cavità dei tronchi come improvvisato secchio dell’immondizia. Nell’indifferenza di molti, che saranno pronti a gridare allo scandalo quando questo patrimonio sarà irrimediabilmente compromesso, ad intervenire è Bartolomeo Laudando. Il consigliere comunale grillino è tornato a bussare nuovamente alle porte delle Istituzioni dopo che una sua prima nota del Maggio 2017 (indirizzata alla sola Provincia e nella quale si chiedeva un intervento volto alla “salvaguardia e rimessa a dimora” delle piante) era rimasta priva di riscontri. “Voglio portare ancora una volta a conoscenza – precisa il rappresentante del Movimento Cinque Stelle – lo stato di abbandono e di grave degrado in cui versa il viale Airola-Moiano. Si tratta di una strada il cui valore storico-ambientale è noto: giova ricordare, al riguardo, che durante l’ultimo trentennio del XIX secolo, la Provincia di Benevento lanciò un vasto programma di riqualificazione e potenziamento delle sue strutture viarie e in Valle Caudina furono ampliate, quando non create ex novo, le antiche strade che collegavano i centri urbani. Lo scopo era quello di sviluppare le reti commerciali rese sofferenti dal pessimo stato dei luoghi. Di questo programma poco fu realizzato, ma il viale di collegamento tra Airola e Moiano è un esempio di quanto di buono fu fatto. È ancora possibile osservarne le caratteristiche del progetto originario che prevedeva l’uso di platani a intervalli regolari lungo il margine dell’intero tracciato.

airolaTale connotazione rende questo asse viario non solo un’infrastruttura ancor oggi pienamente in uso, ma un esempio autentico e pregevole di monumentalità paesaggistica. Oggi il viale versa in uno stato di abbandono miserevole, la sede entro cui sono costretti i platani è contro ogni rispetto ambientale, da una parte compressi dall’asfalto della sede stradale, dall’altra dal cemento della pista ciclabile. Senza sottovalutare il fatto – ancora Laudando – che molti di questi alberi sono stati soppressi e molti altri lo saranno a breve, visto che sono stati incendiati alla propria base. Si richiede ai rappresentanti degli enti competenti a sollecitare quanto prima la Provincia ad intervenire”. Anche il prefetto di Benevento, sempre su sollecitazione del M5S, avrebbe inviato (come fa presente Laudando) un sollecito al presidente Claudio Ricci al fine di provvedere a riscontrare con urgenza l’istanza del M5S. “Da allora è trascorso un altro mese e l’Ente provinciale è rimasto sordo anche al sollecito del prefetto. Visto ciò provvederemo a inviare un documento ai sindaci dei Comuni di Airola e di Moiano e agli altri Enti al fine di sensibilizzare la Rocca, ente proprietario sia della strada che dei platani, ad intervenire in tempi brevi sia per la tutela che alla manutenzione e alla messa a dimora di nuove piante ove sono state soppresse. Se in seguito all’ennesimo sollecito – conclude il grillino – l’Ente non provvederà a rispondere alla richiesta, il sottoscritto depositerà un esposto alla Procura della Repubblica per il reato di abuso d’atti d’ufficio

sponsor

LEAVE YOUR COMMENT

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

code