Home ARTICOLI VALLE CAUDINA | Truffe agli anziani, massima vigilanza
0

VALLE CAUDINA | Truffe agli anziani, massima vigilanza

0
Foto Archivio Usertv

C’è chi si spaccia per avvocato chiedendo al malcapitato di saldare inesistenti debiti e pendenze. Chi, invece, si presenta come esattore di Agenzie statali ed ulteriori, ancora, che chiedono somme a nome di associazioni o di preti del luogo (a totale insaputa di questi). Gli orizzonti della truffa sono sconfinati anche in Valle Caudina. Imbonitori, professionisti del raggiro imperversano nei nostri paesi: varie le facce e le strategie adottate, un comune denominatore abbraccia le varie casistiche. Fare soldi facili ai danni delle persone più fragili. Gli anziani le vittime predilette dei delinquenti che fanno leva sullo stato di solitudine e di vulnerabilità: esche facili specie quando all’amo vengono sventolate (false) situazioni con coinvolgimento dei cari. Da Montesarchio a Sant’Agata de’ Goti passando per Airola il business dei truffa-anziani sarebbe florido e probabilmente molto sottostimato. All’attenzione degli inquirenti non arriverebbero tutte le casistiche: molti numeri rimarrebbero, infatti, nell’ombra causa il pudore delle vittime che, una volta realizzato di essere state abbindolate, vengono sopraffatte dalla vergogna scegliendo la strada del silenzio. Massima attenzione, quindi, a tutela degli anziani: chi opera lo fa in modo consapevole. Si oserebbe dire a colpo sicuro. Cosa che lascia pensare come i blitz possano essere pianificati e studiati anche attraverso una rete operativa già qualche giorno prima del vero e proprio “blitz”. Lo testimonia il fatto che spesso e volentieri i delinquenti conoscono nomi di parenti e conoscenti, carte buone da giocarsi per arrivare al successo dell’operazione. Diffidenza ed ancora diffidenza: questo il messaggio da trasmettere ai nonnetti, specie a quelli che vivono da soli. Nessun Ente o Agenzia manda alcunchi a riscuotere soldi cash. Buona regola, poi, è quella di non aprire le porte di casa agli sconosciuti, anche se dalla buona presentabilitá. L’ultimo appello alla gente comune: che essa sia prima sentinella del territorio allertando le Forze dell’ordine in caso di minimo movimento anomalo

sponsor

LEAVE YOUR COMMENT

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

code