Home ARTICOLI Cervinara | Le alunne del ’56 si sono ritrovate
0

Cervinara | Le alunne del ’56 si sono ritrovate

0
Facebook croce e delizia.
Ma questa volta il cuore è andato oltre l’ostacolo e non si sono accontentate di ritrovarsi virtualmente.
Ma partiamo dall’inizio di questa “storia”.
Il tutto è partito da Filomena Cioffi che attualmente vive ad Airola. L’idea è stata quella di ritrovare le compagne di scuola elementare di Cervinara. I primi contatti su facebook con Giuditta Cioffi e Anna Picca con scambio di foto e informazioni. Poi la ricerca negli archivi scolastici per recuperare i nominativi delle  alunne dell’insegnante Assunta Cioffi dal ’56 al ’61.  Alla fine con il  passaparola, telefonate e i social sono riuscite a riprendere i contatti. L’occasione del compleanno di una di loro le ha fatte incontrare ieri sera per un aperitivo ricco di ricordi. E dai commenti di molte di loro si capisce come certi legami restano in eterno anche se ognuno intraprende strade diverse.
  • Anna Picca: “É stato davvero emozionante tuffarsi nel 56. Un po’ come rivedersi tra i banchi ben fissati a terra, di legno che profumava di semplicità e di rigore. La severità della maestra ci rendeva complici, ma educati, rispettosi delle regole, consapevoli di aver meritato qualche bacchettate o una punizione.
  • Filomena Cioffi: “É stato veramente un incontro emozionante … conoscerci e riconoscerci e ricordare è stato bello, ma l’intento principale è quello di incontrarci con la signorina Assunta Cioffi”.

Chiudiamo con un poesia scritta proprio da Filomena Cioffi e dedicata alla maestra ed alle sue compagne per questa occasione.
I’ ce vulevo sta

I’ ce vulevo sta
quanno ‘a Signurina mia
‘a lassato ‘a Scola.
I’ ce vulevo sta
pe ‘a salutà e pe ce dicere
quanno è stata
‘mpurtanta pe mme
e ca aggiu fatto
into ‘a vita mia
chello ca faceva essa,
mettennoce tutt’ammore
e tutta ‘a passiona
ca teneva essa cu nnui,
e ca ce ‘a ‘mparato
overamente
nun sulo quacche ccosa,
ma ‘nu sacco ‘e cose
c’avimmo capito
propeto bbuono.
I’ ce vulevo sta,
ma nu’ ll’aggiu saputo!
E mmo?
Aggiu penzato ‘e ritruvà
tutte chelle ra classa soia,
chelle ro cinquantasei.
So capatosta …
ce aggia riuscì!


22/10/2017 Filomena Cioffi

sponsor

LEAVE YOUR COMMENT

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

code