Home ARTICOLI Cervinara | Cala il sipario su Opulentia: applausi!
0

Cervinara | Cala il sipario su Opulentia: applausi!

0

Si è conclusa ieri la terza edizione della manifestazione Opulentia, dedicata alla cultura e al giornalismo. La manifestazione, organizzata dall’associazione L’AltraFaccia, ha riscosso un enorme successo. L’invito a partecipare è stato accettato da ogni parte, dai giovani studenti delle scuole secondarie di primo e secondo grado della provincia di Avellino e Benevento e alle persone di tutta la Valle Caudina.

La mattina di Venerdì 6, Paolo Miggiano, scrittore e giornalista con un passato nelle forze dell’ordine, ha raccontato una storia di coraggio e onestà: quella di Federico Del Prete, venditore ambulante ucciso volontariamente dalla camorra.

A fare da pausa, da breve interludio giocoso e divertente, è stato lo spettacolo serale “Loro di Napoli”, interamente dedicato alle figure piú importante del panorama culturale partenopeo del Novecento: Eduardo De Filippo, Totò, Pino Daniele e Massimo Troisi.

Una serata durante la quale le arti della danza, del canto e della poesia hanno lavorato insieme per un obiettivo comune. Il risultato è stato assolutamente dei migliori.

L’intera manifestazione si è poi conclusa con lo spettacolo teatrale Malanova, una riscrittura teatrale dell’omonimo libro di Cristina Zagaria, giornalista de La Repubblica e ospite, per un giorno, della manifestazione. L’opera è stata rappresentata per ben due volte durante l’arco della giornata di sabato: una prima volta per gli studenti, una seconda volta per chiunque volesse assistere allo spettacolo. In mezzo alle due rappresentazioni, è stato conferito il premio “Eroi quotidiani” a coloro i quali si sono distinti dal punto di vista etico nel corso dell’anno. Il premio, frutto della collaborazione de L’AltraFaccia e di UserTV, ha visto come spettatori e protagonisti molti amministratori, artisti, sportivi  e personaggi della Valle Caudina.

Tornando allo spettacolo “Malanova”, senza dubbio l’attenzione e la partecipazione degli studenti sono state forti. La possente interpretazione di Ture Magro, unico attore sul palco, li ha tenuti legati alla poltrona per tutta la durata della performance teatrale. Soltanto lo scroscio degli applausi li ha alla fine riportati alla realtà. L’associazione L’AltraFaccia ne è rimasta piacevolmente sorpresa. Nessuno si aspettava una tale partecipazione, soprattutto da ragazzi perlopiù abituati a interrompere qualsiasi attività pur di lanciare uno sguardo al cellulare. Gli stessi studenti hanno poi approfittato dell’occasione per fare qualche domanda agli ospiti della manifestazione. Gli insegnanti ne sono rimasti ancor più entusiasti, resisi subito conto di come fossero stati catturati da un tema così attuale.
Il fine che gli organizzatori di Opulentia si erano prefissati era proprio quello di lasciare un segno indelebile nell’animo dei giovani spettatori. Così è stato, e nessuno potrebbe dire il contrario.

Piacevole è stata poi la collaborazione intessuta tra l’associazione e i ragazzi di Alternanza Scuola Lavoro, un altro punto importante del lavoro de L’AltraFaccia. In attesa davanti ai cancelli della Sala Convegni Nicodemo De Vito, hanno accolto con spiegazioni e utili depliant gli spettatori accorsi allo spettacolo, guidandoli lungo il percorso fino al teatro.

I due giorni, ricchi di eventi e dibattiti, si sono svolti all’insegna del confronto tra le diverse generazioni. I veri protagonisti della manifestazione sono stati proprio loro, figli in un certo senso dell’incertezza di questi tempi fin troppo bui. L’augurio che fin dall’inizio della manifestazione è stato fatto è che loro riescano, non domani ma oggi, a dare il proprio contributo. C’è stata una frase che, forse in sordina, ha fatto da leitmotiv all’intera kermesse: i ragazzi non sono il futuro, i ragazzi sono il presente. Se già una parte di loro ha accolto quest’invito ad appropriarsi definitivamente del presente, l’associazione può dirsi soddisfatta.

sponsor

LEAVE YOUR COMMENT

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

code