Home ARTICOLI “Fim Do Mundo” a Rotondi: il successo del poetry slam in Valle Caudina
0

“Fim Do Mundo” a Rotondi: il successo del poetry slam in Valle Caudina

0

 

Nella splendida cornice del Santuario di Maria SS. della Stella di Rotondi, ha avuto luogo la prima tappa campana della stagione 2017/18 del campionato italiano di poetry slam, organizzato dalla LIPS (Lega Italiana Poetry Slam) e coordinata, per quanto riguarda la Regione ospitante, dalla Caspar – Campania Slam Poetry, un collettivo di poeti, artisti e performer uniti da un unico obiettivo: allargare i confini della poesia performativa e non, fra impegno civile e sociale. In questa visione rientra anche la scelta di scegliere la Valle Caudina e Rotondi come palcoscenico. In altre parole, valorizzare il territorio e sensibilizzare la collettività alla cultura. Un’operazione che, visto il numero di partecipanti (nove, fra cui il romagnolo Enrico Gregori) e la risposta pubblica, può ritenersi senza ombra di dubbio riuscita. Grazie all’amministrazione locale, alla Pro Loco “La Lanterna” e soprattutto all’iniziativa della Confraternita Maria Santissima della Stella, nella figura del priore Franco Falco, e di Aniello Luciano, uno dei referenti della Caspar nonché “maestro di cerimonia” della serata , il piccolo paese caudino ha vissuto una serata diversa, fra versi sentiti, studi linguistici e graditi ospiti (Giuseppe Tripolitano, Domenico Mainolfi e il pluripremiato poeta rotondese Ciro Vittorio, in arte Puntaccio). Vincitore del “Fim do mundo poetry slam”, com’è stata ribattezzata la prima esperienza caudina con questa nobile arte orale, è stato Vittorio Zollo, sanleuciano e campione regionale in carica, che ha preceduto la siciliana Angela Ragusa e Sasa Sasa, originario di Pietrastornina ma da anni trapiantato a Napoli. Con questo successo, Zollo passa di diritto alla fase finale del torneo regionale, in attesa dei prossimi qualificati, uno dei quali uscirà da “Slam Matteo” il prossimo 23 settembre a Salerno, sempre sotto l’egida della Caspar.

sponsor

LEAVE YOUR COMMENT

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

code