Home ARTICOLI I luoghi della storia | Taburnus Mons e Cocceii Villa

I luoghi della storia | Taburnus Mons e Cocceii Villa

0

Monte Taburno  (Taburnus mons)

Al sud-est de monti Tifati forma il Taburno uno dei confini della già descritta e rinomata Valle Caudina. Antichissimo ne è il nome, ed appartiene senza dubbio alla più vecchia lingua osca o sabina, come Aturno, Volturno, Alburno ed altre voci simili a queste. A grande altezza si eleva ne confini della regione, e benchè tutto aspro e nudo di alberi nelle sue coste, ha nella sommità belle ed estese pianure, abbondanti di chiare sorgenti e rivestite di vaghi boschetti di faggi. Da tempi immemorabili ha dovuto avere le rocce denudate, giacchè Grazio Falisco ricorda del pari il sassoso Taburno. E come nel vertice è ricco oltremodo delle erbe più salutevoli al pascolo delle greggie, nelle basse falde è tutto rivestito di olivi, e Virgilio e Vibio Sequestre lo celebrano appunto per la coltivazione dell’albero sacro a Minerva. I Sanniti Caudini avevano alle sue falde il lor sepolcreto, ed una vantaggiosa idea della ricchezza e della civiltà di questi popoli ci somministrano le medaglie, gli ornamenti d’oro, le militari armature, nonchè i be’ vasi dipinti rinvenuti in questi sepolcri sannitici. Le chiare sorgenti dell’Olfizzo dalle radici di questo monte giungono per sotterranei acquidotti alla città di Napoli, e sono quelle stesse che re Carlo III per meravigliosi alvei e ponti condusse per le reali delizie di Caserta.

 Villa di Coccejo (Cocceii Villa)

Di là della descritta città di Caudio rincontravasi sulla stessa Via Appia la villa del celebre giureconsulto Coccejo. Descrivendo Orazio il suo viaggio da Roma a Brindisi, ci lasciò ricordo di questa villa del suo amico che lasciava a Terracina, dove si recava per comporre insieme a Mecenate le insorte contese tra Ottavio ed Antonio. Nella villa Coccejana fu il poeta con grande lautezza ricevuto, e vi passò la notte per condursi nel seguente giorno a Benevento, ch’erane distante meno di XII miglia. Egli  ricorda il sollazzevole contrasto del buffone Sarmento e Messio Cicirro, e l’allegria con che fece la sua cena.

Dice che la villa sovrastava alle osterie di Caudio, e per tale indicazione, e perchè presso Montesarchio si scavò è già tempo una colonnetta terminale colla iscrizione COCCEIAN, la quale accennava appunto al podere di Coccejo, l’illustratore della Via Appia si avvisò ch’esser doveva in quelle vicinanze, alla destra della città di Caudio, nel corso di quella grande strada, e propriamente, a crederne un dotto viaggiatore, sopra un colle alla sinistra della famosa Valle Caudina. Comechè questi scrittori non rammentano ruderi, e non si può pretenderli d’una casa di campagna dopo tanti secoli, chiaro è nondimeno ch’ivi si ritrovasse, per non discostarci dalla testimonianza del poeta, e da due titoli sepolcrali che ci ricordano la famiglia Cocceia.

Uno di questi si scoperse nel vallone appiè d’una delle due colline di là di Arienzo, l’altro si legge in un angolo del giardino del soppresso monistero di questa città, e sono i seguenti:

1

CN. COCCEI. CN. F.

OSSA. HEIC. SITA. S.

LVCILLA COCCEIANA

VXOR. P.

 

2

D. M. S.

I. COCCEIO

MARCELLINO

………ERV

………..ANI

………RESCEN

…………..

Ma non ostante tali epigrafi, non è facile additarne la precisa situazione, comechè alcuni scrittori sostengano che riconoscer si debba all’est del villaggio di Costa ne’ ruderi tuttavia superstiti alla così detta Masseria delle molliche, che ben potettero appartenere a qualche altra villa de’ Caudini. Perchè, se Caudio fu ad Arpaja, la Villa Coccejana sarebbe stata secondo il parere di questi scrittori, e contro la situazione di Orazio, presso l’opposta entrata delle Forche Caudine. Ond’è che meglio si avvisa lo storico di Suessola, il quale con una pari, se non più perfetta cognizione de’ luoghi, senza indicarne gli avanzi, fu sol pago a situarla sopra l’osteria di Arpaja verso Montesarchio.

da Storia delle due Sicilie – N. Corcia

Angelo Marchese

sponsor

LEAVE YOUR COMMENT

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*