Home ARTICOLI Feudi e nobili di Montesarchio

Feudi e nobili di Montesarchio

0

MONTESARCHIO (Mons Herculis)

Restaino, Giacomo e Luigi della Leonessa, figliuoli che furono di Guglielmo e di Lucrezia di Capua sorella di Bartolomeo, Conte di Altavilla, possedevano nel 1419 le terre di Montesarchio, Airola, Castelpoto, Casale de’ Notari, Pollosa e Torrecuso, ed i fondi di Palazzo, Feniculo e Torella. Perché si possa discerner con evidenza da‘ nostri lettori il legame genealogico tra i mentovati ed altri individui di famiglia della Leonessa, aggiugneremo le seguenti notizie. Nel dì 8 novembre 1444 la figliuola ed erede di Restaino, nominata Viola della Leonessa, cedè a Giacomo suo zio e tutore la metà che a lei apparteneva delle terre di Montesarchio, Torella e Summonte, e le ragioni che, per successione paterna, le potessero spettare su’ feudi di Torrecuso, Pollosa, Castelpoto e sul castello disabitato di Torre di Palazzo; ed in quella vece ella ottenne dallo zio once 400 per dote, allorquando si sposò in Oliviero Caracciolo figliuolo di Luigi. E consentirono a siffatta cessione Marino ed Errico della Leonessa, zii della suddetta Viola, e Giovanni, Carlo, Giosia c Gorlino della Leonessa, cugini della medesima.

Del menzionato Giacomo della Leonessa e d‘Isabella Caracciolo fu figliuolo Leonando Antonio, che con Antonella della Ratto procreò Alfonso. Questi succedè ne’ feudi di suo avo, pe’ quali soddisfece il rilevio alla regia Corte nell’anno 1453. Il mentovato Alfonso della Leonessa, che divenne Conte di Montesarchio, fu ribelle a Re Ferrante I d’Aragona, talchè i suoi castelli ricaddero alla regia Corte. Le terre di Montesarchio e di Airola per ducati 12000 vennero da quel Monarca vendute, col patto di ricompra, al milite e consigliere Carlo Carafa di Napoli ed a’ suoi eredi e successori in forza di un privilegio del penultimo di ottobre del 1480.

Nell’anno poi 1496 Re Ferrante Il d’Aragona cedè al mentovato Carlo Carafa II delle dritte di ricompra per altri ducati 10000, concedendogli benanche i titoli di Conte di Airola, e di Marchese di Montesarchio. Il medesimo Carlo Carafa impalmò in seconde nozze Eleonora della Leonessa figlia del ridetto Alfonso, Conte di Montesarchio, e con lei generò i seguenti figliuoli: Giovan Battista, che sposatosi in Francesca Ursino dei Conti d’Alba e Tagliacozzo non ebbe prole alcuna, e premorì al padre; Maria, moglie di Carlo d’Evoli, Signore di Castropignano; Giulia, la quale fu menata in consorte da Paolo Siscara, Conte d’Ajello e figliuolo di Francesco e di Eufemia Ventimiglia; e Giovan Vincenzo, che fu marito di Covella Guevara, figliuola di Pietro, Marchese del Vasto, e d’Isotta Ginevra del Balzo. Il predetto Giovan Vincenzo Carafa succedè ne‘ feudi del padre, in guisa che contro di lui la regia Camera della Sommaria agli 11 di maggio del 1515 spedì una significatoria “di ducati 1395 e grana 70 pel rilevio de’ feudi di Montesarchio, Airola, Cervinara, Campora, Rotondi, Circello, Castelpagano, Colle e Vico di Pantano“.

Il Marchese di Montesarchio Giovan Vincenzo Carafa seguì il partito Francese nell’invasione di questo reame fatta da Lautrech nelI‘anno 1528. Per tal delitto di fellonia i suoi fondi di Montesarchio  col titolo di Marchese, Airola, Cervinara, Campora, Rotondi, Bisaccia, Vitulano, Lanciano, Tocco, Foglianise, Castelpagano, Colle e Circello furono donati (sempre che vi fosse stato il regio beneplacito) nel di 28 dell’ anno suddetto dal Principe (Orange, Vicerè di Napoli per l’Imperator Carlo V, ad Alfonso Davalos de Aquino, Marchese del Vasto, Gran Camerario del Regno e Capitan Generale di fanteria, in rimunerazione dei  grandi servigi da lui resi specialmente nel ridurre a devozione dalla Maestà Cesarea l’illustre Andrea de Oria colla sua flotta, ciò che fa causa della vita contra l’esercita della lega inimica.

(Fine prima parte)

Angelo Marchese

(da La nobiltà del Regno delle Due Sicilie – E. Ricca)

(A qualcuno dà fastidio che firmi queste ricerche…. Se avessi voluto appropriarmi di questi scritti, avrei messo sotto, il titolo e l’autore da dove è stato preso…???? Non credo!!!!  Il mio lavoro è quello di andare a scavare in Archivi di Stato e Biblioteche nazionali per “TROVARE” la storia e a “copiarla” per renderla fruibile ai più…. ecco la firma…. Se a qualcuno dà fastidio e disturba, quando arriva alla firma, … non la legga…)

(Seconda parte: http://www.usertv.it/2017/05/23/feudi-e-nobili-di-montesarchio-2/

(Terza parte: http://www.usertv.it/2017/06/08/feudi-e-nobili-di-montesarchio-3/

(Quarta parte: http://www.usertv.it/2017/06/29/feudi-e-nobili-di-montesarchio-4/

sponsor

LEAVE YOUR COMMENT

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

code