Home RUBRICHE IL MIO CANTO LIBERO DA PLATO CON FULOLE di Goffredo Covino

DA PLATO CON FULOLE di Goffredo Covino

0

goffredo1

Ebbene sì, care amiche e cari amici, siamo stranieri a casa nostra. Non bastavano i problemi legati all’immigrazione, alla nostra incapacità di provvedere davvero all’inclusione, alla totale assenza di una programmazione almeno decente ecc.. ed ecco ( ma non se ne avvertiva certo il bisogno) la protesta cinese. Sì, i cinesi protestano e con chi se la prendono, naturalmente? Con le forze dell’ordine, schierate secondo prassi a fronteggiare le loro ( legittime?) rimostranze. I cinesi d’Italia, che probabilmente infrangono ogni secondo la nostra legge e la nostra struttura di supporto al rispetto della stessa, contestano, scendono in piazza, bruciano cassonetti, inveiscono contro la Polizia di Stato ( quale?) perchè non si sentono tutelati.L’altra faccia della Cina. Loro nemici dichiarati sono, in ordine, i concorrenti scorretti impegnati in attività scorrette quanto le loro, e lo Stato italiano che si permette, ogni tanto ( ma sempre con discrezione,eh), di andare a controllare i loro business. Situazione davvero kafkiana, quella dei cinesi d’Italia: nella solo zona di Prato, rappresentano il 65% della popolazione e della produzione lavorativa e qualcuno sarebbe indotto a pensare “Ma quindi comandano loro?”.Ed invece no: comandano gli altri, cioè gli albanesi d’Italia, i rumeni d’Italia, i magrebini d’Italia e così via. L’Italia è chiamata solo quando deve schierare le Forze dell’ordine ed in effetti è chiamata solo per guardare la partita tra altre squadre, senza intervenire.L’Italia è la stessa che viene chiamata per rimuovere, ad esempio, dai marciapiedi occupati abusivamente le mercanzie di tutte le etnie, per correre dietro agli stessi occupanti che semplicemente si spostano dieci metri più in là, per comminare sanzioni che, nel 97% dei casi, non saranno mai pagate allo Stato ( sempre quello, sempre quello che non c’è) e così via. Ecco allora un’altra sfaccettatura importante, quasi tragicomica: il dialogo tra i sud. Il poliziotto o il carabiniere, che non si distingue certamente per l’ accento altoatesino  , cerca di spiegare all’abusivo, nemmeno lui dal chiaro accento nordeuropeo, le regole italiane, mentre il commerciante, che paga le tasse e sveglia la moglie di notte perchè ha visto entrare un impiegato di Equitalia in camera da letto, si rassegna ad assistere alla sceneggiata meroliana. Isso, essa e ‘ o malamente.Ovviamente, ‘o malamente è il commerciante. Intanto i cinesi d’Italia comprano e non affittano più, si riproducono in continuazione, ma non muoiono: ecco, questo è uno dei due misteri gloriosi.I cinesi non muoiono mai, perchè non si vedono i loro funerali, a meno che non ascendano direttamente in cielo.Può darsi. Il secondo mistero glorioso provoca in me un particolare senso di angoscia, per cui sono costretto a chiedere il vostro aiuto, care amiche e cari amici. Mi fotografate o mi filmate, per favore, un cinese che fa rifornimento di benzina? Io non ne ho mai visto uno…C’E’ UN GLANDE ( occhio!!) PLATO VELDE…. cantava Morandi.
Ciao ciao

sponsor

LEAVE YOUR COMMENT

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

code