Home AGENDA Airola Bene Comune ecco il logo e il programma elettorale.
0

Airola Bene Comune ecco il logo e il programma elettorale.

0

logo napoletano finale“E’ il bene comune il fine ultimo della politica. Questo significa due cose. Anzitutto rifiutare la politica come gestione della cosa pubblica per il bene di una parte, di una corporazione di un gruppo di potere o di pressione. Poi significa mettere al centro la persona, adottandola come misura di ogni impegno: come principio architettonico di ogni scelta; come criterio assiologico supremo. La persona, non il calcolo di parte. La persona, non le astuzie del potere. La persona, non le mosse egemoniche. La persona, non il prestigio delle fazioni” (don Tonino Bello, La navata del mondo)

“C’è chi pensa che la politica sia un’arte che si apprende senza preparazione, si esercita senza competenza, si attua con furberia. È anche opinione diffusa che alla politica non si applichi la morale comune, e si parla spesso di due morali, quella dei rapporti privati, e l’altra (che non sarebbe morale né moralizzabile) della vita pubblica. La mia esperienza lunga e penosa mi fa invece concepire la politica come saturata di eticità, ispirata all’amore per il prossimo, resa nobile dalla finalità del bene comune”. (don Luigi Sturzo)

 

 

INTRODUZIONE DEL CANDIDATO SINDACO

Cittadini

il programma che ci accingiamo a partecipare costituisce il meglio che siamo riusciti ad elaborare per il Bene Comune di Airola, sulla base della nostra esperienza amministrativa e dei vostri suggerimenti. Ci spinge a pensarlo una visione d’insieme nata certamente nelle stanze del PD di Airola, ma aperta alla società civile e a tutti gli uomini e donne di buona volontà appassionati al bene comune di Airola.

Il simbolo che ci unisce rappresenta uno dei risultati conseguiti dall’amministrazione: l’acquisizione dopo 50 anni del rudere del Castello di Airola, simbolo della città. Ne abbiamo scelto la pregevole rappresentazione che vediamo nella sala del Consiglio Comunale, il luogo dove tutti ci candidiamo a sedere per un unico obiettivo: servire il bene comune di Airola! Abbiamo aggiunto poi un simbolo caro ad Airola ed al PD, quello dell’Ulivo, ossia quella prospettiva politica appassionata che nel 1996 portò al momento di massima unione delle diverse anime del centrosinistra cittadino.

Un Bene Comune che per noi trascende gli interessi di parte! Un Bene Comune che per noi si radica in nell’approccio innovativo che ha guidato questi cinque anni passati di consiliatura, attraverso la realizzazioni di innumerevoli opere di cui vi daremo conto, guardando al futuro dela Comunità.

Qui sta l’ideale continuità tra la Città Nuova che abbiamo proposto nel 2011, realizzandola in grandissima parte, ed il Bene Comune che vi proponiamo oggi! Quindi una Città Nuova che vuole arrivare ad uno scopo che è anche metodo: costruire il bene comune di Airola. Nella semplicità e con vera passione.

Per fare questo abbiamo scelto un programma e degli uomini che dovranno per i prossimi 5 anni animare la vita amministrativa, assumendosene le onerose responsabilità di fronte a voi elettori..

Tutti i consiglieri candidati sono coesi, valenti, preparati, competenti ed appassionati. Molti sono già conosciuti, altri non sono nuovi all’agone politico, altri ancora provengono dall’associazionismo, dal mondo delle professioni e dal terzo settore. La lista si pone quindi nella continuità amministrativa dosando con equilibrio il giusto, auspicato ed inevitabile rinnovamento, come sempre. Sei candidati sono consiglieri uscenti, altri sei sono nuovi all’esperienza amministrativa. L’età media è 35 anni.. Tutti i candidati sono comunque legati da un unico sentimento: servire la Citta di Airola con vera passione per il Bene Comune di tutti.

Il candidato sindaco Michele Napoletano

PREMESSA

Il presente programma politico amministrativo è frutto di una campagna di ascolto nata nel Partito Democratico di Airola (#parlatiascolto) e svolta dal mese di ottobre 2015 al mese di gennaio 2016. Si è trattato in effetti di un momento di ascolto di cittadini, associazioni, forze politiche, iscritti, dirigenti e amministratori del PD snodatosi in quattro incontri tematici. I temi toccati sono stati: Cultura, Ambiente, Lavoro e Territorio. La discussione interna successiva ha portato ad aggiungere infine un ultimo punto relativo alla Organizzazione amministrativa dei servizi. Il percorso è stato pubblico e trasparente, aperto a tutti i contributi di cittadini, associazioni, insieme a dirigenti, iscritti e amministratori.

L’idea è nata da una constatazione: un programma è innanzitutto un’intesa, un metodo ed un impegno che, per essere forte, credibile e solido, deve essere radicato nell’ascolto delle esigenze del territorio. Da quest’ascolto e condivisione nasce quindi la coesione e solidità di un vero programma. Quindi un programma non è “un libro dei sogni” o un elenco di cose da fare, ma un insieme di criteri a cui improntare l’azione e di azioni concrete e fattibili. Questo il ruolo che spetta alle forze politiche! Fare sintesi, radicare l’intesa, proporre volti, gambe, mani e braccia che sappiano incarnare un programma serio e credibile; credibile in quanto elaborazione “pensata” di quanto ascoltato ed emerso dai cittadini.

Lo facciamo insieme a Michele Napoletano, uomo del Partito Democratico in mezzo al popolo. Un candidato, riconfermato con determinazione dal partito in un percorso pubblico trasparente e partecipato; un sindaco forte proprio perchè con la sua squadra amministrativa ha realizzato tante cose e soprattutto: acquisito il rudere del Castello, riavviato il Polo Industriale e organizzato la raccolta differenziata portando Airola ad essere premiata come Comune riciclone.

A voi elettori sta giudicare col vostro voto il frutto programmatico di questo lavoro di ascolto e di sintesi. Ne esce a nostro avviso una prospettiva di sviluppo sostenibile e concreta per la nostra comunità che costituisce l’ossatura dell’azione amministrativa che proponiamo per prossimi 5 anni di amministrazione, qualora vogliate ancora gratificarci del vostro consenso. Una prospettiva per la quale la filiera democratica del governo regionale di De Luca, degli europarlamentari democratici campani ed del governo nazionale – tutti in questi sostenuti ed eletti con successo ad Airola – potranno dare un valido contributo e sostegno, specie nel reperimento delle risorse finanziarie.

Naturalmente, proprio la nostra linea politica di massima condivisione, ci consente infine di presentare questo programma come aperto a tutti i suggerimenti che i cittadini vorranno farci nella campagna elettorale, per limarlo, potenziarlo e renderlo sempre più a servizio del Bene Comune di Airola.

Il Coordinamento delCircolo del Partito Democratico Sez. “Aldo Moro” – Airola

Di seguito quindi i 5 Punti Programmatici elaborati dal coordinamento di circolo con i candidati in lista e l’Appello al voto del candidato sindaco:

1- ORGANIZZAZIONE AMMINISTRATIVA-LA QUOTIDIANITA’

E’ emerso con forza dirompente in questi anni la necessità di un adeguamento della macchina amministrativa comunale al mutare dei tempi. Il comune in questi anni si è adeguato in maniera pronta alle modifiche normative dotandosi del Piano Trasparenza ed Anticorruzione.

Tuttavia le ultime finanziarie a partire da quella di Monti nel 2011 ed il blocco dei turn over, hanno impedito un ricambio ed una ristrutturazione della macchina amministrativa comunale più profondo. E’ pur vero tuttavia che in questi anni c’è stata quella riduzione del numero dei Responsabili del Servizio auspicata da anni. Sono passati da 11 a 6. Ciò permette nel futuro una migliore razionalizzazione e ottimizzazione dei servizi offerti dall’Ente Comunale. Arriveremo pertanto nel prossimo quinquennio ad un ridisegno complessivo della macchina amministrativa con l’acquisizione di nuove competenze e professionalità che lo sblocco dei turn over permetterà, mettendo in atto la rotazione degli incarichi dirigenziali ormai imposta dalla legge che nei prossimi anni dovrà essere inserita come criterio stringente nel Piano Trasparenza e Anticorruzione.

Il buon lavoro sui conti , non ostante la rinuncia a qualche progetto per non sovra-indebitare l’Ente comunale, ha permesso in questi anni di raggiungere tre risultati:

  1. 1)  Il comune paga i sui fornitori nei 60/90 giorni;
  2. 2)  Illivellodelletariffesuiservizi,nonostanteiconsistentitaglideglistanziamentistatali – calati di circa 2 mln dal 2011 in poi- è rimasto invariato.
  3. 3)  Non sono diminuiti i servizi resi dall’Ente, anzi in alcuni casi sono aumentati specie nel sociale, ad esempio garantendo il sostegno straordinario ad 40famiglie per il servizio mensa scolastica.

Tuttavia siamo consci che occorre fare di più per migliorare e ottimizzare i servizi

pubblici. Infatti vi sono alcuni servizi che richiedono un adeguamento strutturale importante. I cittadini infatti ci chiedono –è emerso con forza nel ParlaTiAscolto- servizi efficienti ed efficaci ed in particolare: una Polizia Municpale più presente, una cura ancora più pronta di strade/verde pubblico ed un servizio di raccolta/spazzamento ancora più efficiente.

Per questo impronteremo l’azione amministrativa ad alcuni criteri:

  • –  Privilegiare azioni di trasparenza ed efficienza dell’azione amministrativa
  • –  Migliorare il rapporto dei cittadini con gli uffici comunali;
  • –  Non sottovalutare la quotidianità del vissuto dei cittadini che ci chiedono stradepulite e vivibili, un traffico non caotico e una città vivibile a misura di persona, a

    misura di bambino.

  • –  Mettiamo inoltre in campo alcune proposte concrete:
  • –  Pubblicare un elenco annuale semplice e facilmente accessibile di tutti gliincarichi e le prestazioni fornite dal Comune, estrapolandole dalle determine e

    delibere già pubbliche

  • –  Una short list per gli incarichi legali
  • –  Prevedere forme di pubblicizzazione delle sedute consiliari, come lo streaming;
  • –  Ridefinizione del contratto per il servizio di smaltimento rifiuti che è già in viadi istruttoria con l’approvazione del nuovo capitolato;
  • –  Rafforzamento dell’organico della Comando di PM
  • –  Uno sportello on-line per segnalare i disservizi agli uffici comunali (buche,sacchetti, luci non funzionanti etc)
  • –  Potenziare il sito internet dell’Ente;
  • –  Creare una consulta dei rioni (Concezione, San Michele, Borgo, San Donato,Caudisi, Portisi, SantaCaterina, San Pasquale etc.) che venga sentita sulle questioni più importanti riguardanti il centro storico

    2- CULTURA

    La situazione ereditata nel 2011 aveva una grande priorità: il lavoro e l’emergenza sociale nata dal naufragio dell’industria tessile dopo solo 5 anni. Nel frattempo le condizioni sono mutate ed in questi anni, anche grazie al lavoro di sostegno svolto dall’amministrazione uscente che a nessuna iniziativa ha negato aiuto concreto e vicinanza, è cresciuta la qualità del tessuto associativo e culturale della città che reclama spazio e sostegno. In termini di opere l’acquisizione del Castello di cui si parlava da più dicinquant’anni, il restauro della Chiesa dell’Addolorata, della Chiesa della Madonna della Neve, Chiesa di Santa Caterina ed il restauro della Cappella De Mura devono essere considerati come un buon risultati. La collocazione a costo zero della Statua di San Giorgio in piazza Lombardi ha segnato un momento di ripresa dell’interscambio culturale con gli airolani in USA. La realizzazione della WI-FI, uno strumento utile per la connessione, è stata anche importante ed è uno dei risultati promessi portati a termine.

Questo però non ci basta. Abbiamo tante bellezze ancora da rivalutare: il rudere del Castello, la cappella Carafa che purtroppo oggi non è accessibile, i tesori di Monteoliveto con la Chiesa cluniacense, l’Acquedotto Carolino, il palazzo ducale e tanti altri tesori devono essere correttamente valorizzati e messi a rete e sistema. La cultura in effetti non è un orpello e non è vero che con la cultura non si mangia. La scelta di cominciare proprio dalla Cultura è stata dettata dall’esigenza di metterla tra le grandi priorità dell’azione amministrativa del quinquennio 2016/2021.

Per questo impronteremo l’azione amministrativa ad alcuni criteri:

  • –  Si ama solo ciò che si conosce. Fare cultura sul territorio, averne cura, vuol direfarlo conoscere .
  • –  Fare cultura non significa solo organizzare eventi.
  • –  Occorre incentivare la collaborazione attiva tra le associazioni del terzo settoreanche perché il pregio della rete associativa di Airola è una predisposizione alla collaborazione che deve trovare forme organizzative, anche strutturate, utili per estrinsecarsi al meglio
  • –  Attenzione alla qualità delle proposte che si finanziano, in quanto la cultura ha anche potenzialità economiche. La cultura è volano di sviluppo della comunità
  • –  Occorre programmare gli eventi per non accavallarli distribuendoli nell’anno Mettiamo inoltre in campo alcune proposte concrete:
  • –  Predisporre un bando annuale pubblico per finanziare le iniziative delleassociazioni
  • –  Restaurare e rendere fruibile il Castello di Airola, finalmente in mano alComune per merito dell’amministrazione uscente, intercettando finanziamenti regionali e le nuove opportunità che si apriranno con la programmazione 2014/2020 ed il governo regionale.
  • –  Valorizzare attraverso un protocollo d’intesa con la comunità passionista l’area del convento passionista e la Chiesa cluniacense del 1000 dc ivi presente
  • –  Modifica nominale dell’attuale “Assessorato alla Cultura” con “Assessorato alla Cultura, alle Arti e alle Tradizioni Popolari”, atto amministrativo che consentirebbe quel completamento rilevante affinchè la componente popolare della nostra cultura resti per sempre viva nell’antropologia culturale di un luogo
  • –  Mettere a disposizione un immobile comunale come sede e centro servizi per le associazioni
  • –  Potenziare e ottimizzare idee di coordinamento delle attività estive come E- state ad Airola
  • –  Mettere a bilancio annualmente la somma di €10.000 per il restauro di opere d’arte e quadri presenti ad Airola e patrimonio del comune
  • –  Finanziare corsi extra-curriculari di “storia locale” nelle scuole, promuovendo visite guidate dai nostri giovani alle bellezze storico-artistiche presenti sul nostro territorio!
  • –  Creare una app per smarphone e tablet che funga da guida turistica anche audio ai monumenti di Airola
  • –  Inserire Airola in percorsi turistici, come ad esempio quelli del Touring Club
  • –  Il completamento della Chiesa del Carmine – progetto esecutivo per il quale trovare risorse- sarà la priorità dell’amministrazione al fine di dotare Airola diun centro congressi che ad oggi manca.
  • –  Il maggio musicale, cioè dedicare un intero mese (tra metà maggio e meta giugno) ai saggi di fine anno delle scuole di Airola in location sia interne che esterne di alto pregio (Teatro, chiese, Oasi della Pace, ecc.) e organizzare, alla fine del mese, una serata musicale in cui far esibire musicisti, band e formazioni airolane che ne facciano richiesta
  • –  creazione di un albo delle associazioni, aggiornato e trasparente, da pubblicare online con una spiccata attenzione alle strategie di comunicazione e marketing
  • –  Creare un organo consultivo (la Consulta delle Associazioni) che si interfacci periodicamente con l’Assessorato alla Cultura
  • –  Poenziare òla biblioteca comunale dotandola di postazioni internet gratuite3- AMBIENTE

    Oggi la salvaguardia dell’ambiente è una delle priorità per uno sviluppo sostenibile del territorio. L’ambiente deve quindi essere da un lato tutelato e dall’altro valorizzato. Abbiamo tante ricchezze ambientali ed un ecosistema collinare che fa invidia a tanti. A ciò si aggiunge la peculiarità di un corso d’acqua ricco di storia come il fiume Isclero, alla cui salvaguardia vorremmo dedicare i prossimi anni completando l’impianto di depurazione che oggi, grazie all’impegno dell’amministrazione uscente copre il 75% degli scarichi cittadini.

    In questi anni l’amministrazione uscente ha raggiunto un grandissimo risultato con la raccolta differenziata (quasi 90%!). L’Isola Ecologica è completata, mentre a breve partirà la sperimentazione con le compostiere: due misure che potranno portare ad un abbassamento dei costi del servizio e quindi della tassazione. In quest’ottica si inserisce anche la realizzazione della Casa dell’Acqua il cui utilizzo, oltre a portare un risparmio di costo di un bene comune come l’acqua potabile, comporta un sensibile abbattimento dell’uso della plastica. Non si può trascurare la Bonifica della discarica del Monticello, realizzata nell’ultimo anno. Infine l’azione di tutela si è indirizzata verso la Bonifica dell’amianto che l’amministrazione ha facilitato con interventi mirati di gestione presso imprese e IACP

    Il servizio di raccolta e spazzamento tuttavia va migliorato e razionalizzato, in quanto disciplinato da un contratto datato che non è stato toccato in questi anni per evitare “aggravi” di tasse e tariffe sui cittadini che sarebbero improponibili.

    Per questo assumeremo alcune linee di indirizzo:

  • –  al fine di migliore il servizio occorre facilitare la comunicazione traamministratori e cittadini per cui prioritaria è la campagna di informazione dei

    cittadini

  • –  promuovere azioni di sistema e coordinamento per la salvaguardia dell’Isclero Sono poi emerse alcune proposte concrete:
  • –  Completare l’impianto di depurazione collegando via Parata a località Curso, unprogetto già esecutivo di circa 2 mln che contiamo di portare a termini con le

    risorse che reperiremo presso il Governo Nazionale e Regionale;

  • –  Una azione sinergica per la realizzazione del Catasto degli scarichi, arrivando acensire tutti gli scarichi di Airola entro la fine del mandato
  • –  Valorizzare esperienze di contatto con la natura come quella diPARKAMBIENTE
  • –  Coinvolgere le associazioni del territorio in progetto di valorizzazione eriqualificazione delle sponde del fiume
  • –  Prevedere una Commissione Ambientale composta da associazioni, impresa diraccolta, amministratori e cittadini per esaminare i problemi, una sorta di cabina

    di regia che in sede referente coordini le azioni

  • –  Compostiere e isola ecologica
  • –  Uno sportello on-line per segnalare agli uffici ed all’impresa di raccolta, inmaniera semplice e celere, i disservizi riscontrati.
  • –  Organizzare un servizio di Guardia Ecologica per quanto attiene il controllo sul corretto deposito dei sacchetti di rifiuti
  • –  Monitorare la salubrità dell’Ambiente ed i rischi presenti sul territorio, attraverso ricognizioni come ad esempio il registro dei tumori4- LAVORO

    Il lavoro è stato “la” priorità del quinquennio amministrativo passato. Giustamente, vista la situazione occupazione e sociale del 2011!

    Uno dei grossi risultati dell’amministrazione uscente è stato quello concretizzatosi con il riavvio del Polo Industriale. Ad una vocazione al tessile fallita, la politica amministrativa locale, con le sue forze, è riuscita a sostituire una vocazione nel campo delle fibre di carbonio per auto motive e aerospazio. Una scelta indovinata, costata qualche sacrificio, che ha portato alla stabilizzazione di 116 operai ed alla ricollocazione comunque di circa 250 unità lavorative. Ne restano ancora circa 100 di circa 40 di Airola. Molti monoreddito ed in età avanzata. Sono la nostra priorità!

    Tuttavia ciò non ci fa dimenticare un altro problema: i tanti giovani che non sono cassintegrati ed oggi ad Airola non hanno altra prospettiva che andarsene. Anche questo deve premerci!

    Per questo ci preme dopo aver dato avvio alla risoluzione della problematica del Polo Industriale, di ridare ad Airola una sua specifica vocazione nel campo Agroindustriale e dell’Artigianato. Due settori che possono essere, insieme all’indotto Culturale, volano di si uno Sviluppo Sostenibile di Airola. Già l’amministrazione uscente ha previsto ad esempio nel nuovo regolamento IMU forme di incentivo per le imprese giovani. Ma occorre fare di più!

    Per questo assumeremo una linea di indirizzo:

– Il problema lavoro ad Airola non è solo nelle fabbriche ma va affrontato a 360°.

Airola è una opportunità per i nostri giovani e non un peso di cui sbarazzarsene per realizzarsi. Cultura, Agroindustria e Artigiano sono opportunità da cogliere e valorizzare.

Per farlo proponiamo alcune proposte concrete:

  • –  promuovere la nascita di imprese attraverso ulteriori forme di incentivazionelegate a sgravi fiscali per tasse coe IMU, TASI e TARSU, compatibilmente con

    le disponibilità finanziarie dell’Ente

  • –  portare nelle scuole di Airola indirizzi formativi innovativi, ad esempio incampo areonautico.
  • –  Potenziare il progetto Informagiovani, specie in questa congiuntura per aiutare igiovani a sfruttare le tante opportunità a loro rivolte, come ad esempio

    Garanzia Giovani

  • –  Creare una finestra sul sito del comune per far incontrare domanda/offertalavoro
  • –  Incentivare, con sgravi e altro, la nascita di imprese che abbiano come scopoeconomico la valorizzazione delle nostre risorse ambientali e culturali, rafforzando l’indotto turistico con agevolazioni a chi opera nel campo della ristorazione/alberghiero.
  • –  Organizzare momenti formativi ed informativi sulle opportunità della green economy e della net economy
  • –  Promuovere forme di partenariato con altri siti di interesse storico campao come la Reggia vanvitelliana di Caserta oppure la Città di Benevento per promuovere visite turistiche ad Airola
  • –  Inserire Airola in circuiti turistico-gastronomici come quelli del Tuoring Club o di Slow Food
  • –  Potenziare l’agroalimentare mettendo in campo azioni a sostegno della filiera corta, sostenendo tutte le iniziative che gli agricoltori intraprenderanno per

tendere alla nascita di un compuito sistema agroalimentare locale ed incentivando l’impiego agricolo dei terreni incolti.

5- TERRITORIO In questi anni il nostro territorio ha iniziato a godere di alcuni parchi per bambini. Sono stati realizzati un parco giochi in via Landolfi ed un altro a via Caudisi. Un traguardo importante in linea con il concetto di città giardino,per un riutilizzo degli spazi verdi.. Sono

state realizzate, ottimizzandole, inoltre alcune opere importanti:

  • –  la pavimentazione di via Monteoliveto, via Santa Caterina e via Castello;
  • –  via Cesare Crisci;
  • –  via Padula;
  • –  il completamento di via Sorlati;
  • –  il recupero e l’efficientamento energetico dell’ex Macello cui è stata data unaalta finalità sociale;
  • –  interventi per gli Asili nido di Via Bagnara e San Donato
  • –  ristrutturazione ed efficientamento energetico della scuola elementare emedia.
    Proponiamo a voi elettori alcune linee di indirizzo:
  • –  Privilegiare forme di partecipazione alle grandi scelte urbanistiche (consultazionio concorsi d’ idee);
  • –  Privilegiare forme di ri-uso del centro storico rispetto a nuove costruzioni;
  • –  Snellire i processi burocratici e decisionali
  • –  Privilegiare gli interventi volti al risparmio energetico Accanto a queste alcune proposte concrete:
  • –  Prevedere prima della sua adozione e approvazione che il nuovo RegolamentoEdilizio riceva un parere consultivo anche da una commissione paritetica di

    tecnici, specie quelli che nel tempo hanno fatto parte della Commisione Edilizia

  • –  Spostamento del campo sportivo fuori dall’abitato nei pressi di Villa Gioia lungo la Provinciale e dell’area mercato nei pressi del cimitero, intercettandofinanziamenti regionali e/o nazionali
  • –  De localizzare le scuole realizzando una Cittadella della Scuola per la qualeesiste un progetto preliminare da finanziare con risorse esterne
  • –  Realizzazione di un’area verde in piazza Nassirya
  • –  Nuova illuminazione e riqualificazione urbanistica del Corso Montella ancheservendosi delle ultime tecnologia a led;
  • –  Forme di incentivo (sconti sugli oneri urbanistici, su imu, tasi, tari) per chi ri-usaedifici del centro storico
  • –  Adibire p.zzo Montevergine (ex professionale) a Polo culturale per leassociazioni
  • –  Coordinamento con i comuni caudini dei piani urbanistici;
  • –  Riqualificare ed attrezzare il verde degradato in alcune zone come il ParcoLorenzo, ex La Lucciola oppure le CasePopolari.
  • –  Rifacimento della rete fognaria in troppi punti inadeguata per la quale è giàpronto un progetto esecutivo
  • –  tutelare e valorizzazione l’ambiente ed il paesaggio salvaguardando il sistemadelle aree collinari / sub montane ed agricole
  • –  razionalizzare i criteri di espansione del nuovo polo produttivo mediante aree dicompensazione e/o filtro, ottimizzandone le strutture esistenti ed evitandone nuovi insediamenti, prevedendone, nel tempo, la ridislocazione in aree periferiche
  • –  rinnovare il sistema delle infrastrutture viarie in rapporto alle direttrici nuove della “fondovalle Isclero”, sviluppandole a cavallo della direttrice.
  • –  Fare una azione di sistema con gli altri enti locali (comuni, provincia e regione) per arrivare al completamento dell’ultimo tratto della Fondovalle Isclero verso Sant’Agata dei Goti, un’opera che permetterà una volta finita di decongestionare il traffico cittadino lungo la direttrice corso caudino-Montella- Matteotti.
  • –  Realizzare quindi, una volta decongestionato il traffico cittadino, nuove aree pedonalizzate ed un piano Traffico e ParcheggiI candidati consiglieri Il Coordinamento del

    della lista Airola Bene Comune Circolo Democratico Sez.”Aldo Moro” – Airola

    APPELLO DEL CANDIDATO SINDACO

    Cari concittadini,
    la corretta gestione delle risorse di questi anni, unitamente agli spazi che si

    apriranno con il pensionamento di alcuni dipendenti comunali che consentono di sbloccare il turn over, ci permettono di assumere un impegno prioritario da portare a termine entro il 30.06.2017:

  •  Tenuto conto dei vincoli di legge e di bilancio, bandiremo i concorsi per comandante dei vigili, vigili e dipendenti comunali, dotando il Comune di nuove professionalità atte a garantire una riorganizzazione complessiva ed efficiente dell’EnteInoltre nei primi cento giorni di mandato prendiamo il seguente impegno:
  •   Rifacimento del manto stradale delle seguenti strade: via Castellone, via Landolfi,via Pezza, via Campo ed altre.

    Il programma che vi abbiamo esposto non è un libro dei sogni, ma il frutto di quanto da voi rappresentato e proposto e da noi elaborato, tenendo conto delle risorse in campo e della nostra esperienza amministrativa. Vuole essere un programma concreto con delle linee guida a cui conformarsi nell’amministrazione quotidiana dell’ente ed alcune azioni fattibili che è nostra intenzione realizzare. Si tratta quindi di un modesto, semplice e concreto programma di governo per i prossimi cinque anni.

    E’ comunque per noi un impegno solenne che assumiamo nei vostri confronti e nei confronti del futuro dei nostri figli. Lo facciamo con uomini e donne appassionati e mossi da autentico spirito di servizio al bene comune della città. Nella lista dei candidati in effetti troverete intelligenze, professionalità, passione in grado di portarlo a termine. Con assoluta serenità fidiamo allora nel vostro sostegno e suffragio, per realizzare con la mente ed il cuore appassionati il bene comune della nostra amatissima Airola.

    Il Candidato Sindaco Michele Napoletano

sponsor

LEAVE YOUR COMMENT

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

code