Home ARTICOLI Il disagio in un ”viaggio”
0

Il disagio in un ”viaggio”

0

IMG-20160413-WA0050Erano le ore 13:00 di ieri, quando il pullman in direzione Caserta parte da Benevento. Sono evidenti a prima vista le condizioni pessime in cui desta il mezzo che, li accompagnerà per la prima parte del ”viaggio” in compagnia di un rumore assordante. Si sale a bordo, ‘‘sembra di stare su un trattore” ci scrivono, e alla fine del corridoio centrale si nota subito che il motore è praticamente alla portata dei passeggeri, lo vedono e lo sentono, senza barriere(foto a sx). Immaginate il caldo che sprigiona un motore del genere, e quanto rumore possa fare. Vista anche l’inefficienza del condizionatore, si raggiungono subito temperature elevate . Inizia la transumanza dalla coda alla testa del bus, e per fortuna(ma con il pericolo che ne comporta), la portiera principale rimane spalancata per tutto il viaggio (vedi foto sotto), con i passeggeri che cercano di prendersi il proprio spiffero d’aria portandosi l’uno addosso all’altro ed in piedi. Il motore nella cabina passeggeri, il rumore assordante, la porta d’ingresso aperta per tutto il viaggio e caldo, caldo e ancora caldo. E siamo appena arrivati nei pressi del Buonvento! i passeggeri iniziano a sbraitare e il conducente si ferma, dà qualche colpetto qua e là al motore e riparte. Il caldo persiste e i passeggeri non ne possono più, insofferenti e arrabbiati per il disservizio, chiedono nuovamente di fermarsi per il troppo caldo. L’autista scende dal mezzo e chiama l’azienda per la sostituzione, intanto i passeggeri scendono dal pullman in attesa che qualcosa si muova, con un ritardo che alla fine sarà di circa 1 ora.IMG-20160413-WA0049
Ci raccontano che non è la prima volta che accade, e che la situazione è ormai insostenibile. Dopo tante peripezie, finalmente passa un bus della stessa compagnia che tiene la rotta Benevento-Melizzano e carica tutti a bordo fino a Montesarchio. Arrivo non come da copione, visto che il mezzo avrebbe dovuto compiere diverse fermate in via Appia verso Caserta; non sappiamo come si è conclusa la vicenda di chi ha continuato poi il ”viaggio”.
A tutti i pendolari si consiglia un corso on line di ”meccanico”…non si sa mai per il futuro.

Antonio Marchese

sponsor

LEAVE YOUR COMMENT

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

code