Home RUBRICHE IL MIO CANTO LIBERO BIANCONEROAZZURRO di Goffredo Covino

BIANCONEROAZZURRO di Goffredo Covino

0

goffredo1La madre delle battaglie continua a tenere banco negli ambienti calcistici a circa una settimana dalla sua conclusione. Alcuni aspetti postumi sono davvero interessanti.il primo: tutti dicono che il Napoli ha giocato bene, ma che ha poi vinto la Juventus. Nulla da eccepire, nulla da obiettare? Credo di no. Da tifoso viscerale napoletano, dico che, ancora una volta, in occasione di partite decisive ( come quella in oggetto) il Napoli ha giocato bene, sì, ma in 9:Hamsik ed Higuain hanno brillato per presenze virtuali. Da due gangli vitali come loro due, ci si attende qualcosa in più; non possono reiterare una prestazione normale, non possono accontentarsi del compitino, devono invece fungere da valori aggiunti.Ingabbiati dagli avversari? Lo si sapeva abbondantemente prima , per cui prendo atto della vacuità delle contromosse. Probabilmente, la iniziale dei loro cognomi induce a recitare scena…muta (H, appunto).Secondo aspetto: ha vinto la Juventus.Sì, ma senza la deviazione fortuita sul tiro di Zaza, la ammazza-campionati zebrata , peraltro sul proprio terreno di gioco, ha profondamente deluso. Nessuna tattica attendistica giustifica una partita giocata troppo a fari spenti, in attesa del colpo mortale.Arò sta Zazà?  Sta nella deviazione di Albiol, senza la quale il pareggio a reti bianche avrebbe sancito la partita della paura. Reciproca, ma il Napoli partiva alle 20,45 con due punti di vantaggio.Alle 22,40 ne registrava uno in meno.Ed ecco il terzo aspetto interessante e postumo: il mondo è finito.Ormai le prossime 13 partite saranno inutili, perchè ora ” chi la prende più la Juventus?”.Insomma, la solita autocommiserazione che elude altri scenari; è crollato tutto, in casa napoletana; in casa Agnelli, invece, già è tutto pronto per festeggiare l’ennesimo scudetto. Mi permetto di ricordare che non si può sospendere il campionato, che bisogna ancora giocare circa 1200 minuti, che sono ancora in palio 39 punti ed altre banalità del genere.La fiera dello scontato? Il trionfo dell’ovvio? Ne sono cosciente, così come sono cosciente di parafrasare i ragionamenti del mitico Catalano di arboriana memoria o di scomodare Lapalisse. Il nocciolo della questione sta, a mio modesto avviso, che nemmeno nel calcio si riescono a percepire atmosfere logiche e razionali, altrimenti non dovremmo stare ancora qui a parlare di Zaza o Higuain.Chiaro? Accidenti, ma io l’ho appena fatto….Ciao ciao

sponsor

LEAVE YOUR COMMENT

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

code