Home ARTICOLI Ecco l’ordinanza del Tar di Salerno
0

Ecco l’ordinanza del Tar di Salerno

0

REPUBBLICA ITALIANA

Il Tribunale Amministrativo Regionale della Campania
sezione staccata di Salerno (Sezione Prima)
ha pronunciato la presente
ORDINANZA
sul ricorso numero di registro generale 1365 del 2015, proposto da:

Vincenzo Iuliano, Gerarda Romano e Tommaso Bello, rappresentati e difesi dall’avv. Nicola Di Modugno e dall’avv. Edgardo Silvestro, con domicilio eletto in Salerno, via Roma n. 112, presso l’avv. Merola;

contro
Comune di Cervinara, in persona del Sindaco p.t., rappresentato e difeso dall’avv. Lorenzo Lentini, con domicilio eletto in Salerno, c.so Garibaldi n. 103;
nei confronti di
Filuccio Tangredi, Caterina Lengua, Carmelo Todino, Paola Pallotta, Anna Marro, Giovanni Bizzarro, Pellegrino Casale, Raffaela Cioffi, Luigi Romano, rappresentati e difesi dall’avv. Donato Cicenia, con domicilio eletto in Salerno, via Velia n. 96, presso l’avv. Scuderi;
Veronica Spiotta, Pierpaolo Porcelli, Massimo Marra;
per l’annullamento
della deliberazione del Consiglio comunale n. 7 del 13.6.2015, delle operazioni e dei verbali degli Uffici elettorali delle Sezioni nn. 1 – 12 per l’elezione diretta del Sindaco e del Consiglio comunale di Cervinara, di tutti gli atti connessi e conseguenti, ovvero, in subordine, per la correzione del risultato elettorale

Visti il ricorso e i relativi allegati;
Viste le memorie difensive;
Visti tutti gli atti della causa;
Visti gli atti di costituzione in giudizio del Comune di Cervinara e di Filuccio Tangredi, Caterina Lengua, Carmelo Todino, Paola Pallotta, Anna Marro, Giovanni Bizzarro, Pellegrino Casale, Raffaela Cioffi, Luigi Romano;
Relatore nell’udienza pubblica del giorno 17 dicembre 2015 il dott. Ezio Fedullo e uditi per le parti i difensori come specificato nel verbale;

Ritenuta la necessità di disporre incombenti istruttori, disponendo in particolare che il Prefetto di Avellino, o suo delegato, provveda, nel contraddittorio con le parti della controversia, a:
– acquisire ogni utile elemento informativo presso la Procura della Repubblica del Tribunale di Avellino al fine di conoscere lo stato del procedimento R.G.N.R. n. 6953/2015, richiedendo ed acquisendo in copia, ove ne sussistano le condizioni di legge e previa autorizzazione dell’A.G. competente, gli atti del procedimento ed in particolare copia delle 14 schede oggetto del verbale di sequestro del 3.6.2015;
– chiarire, anche sulla scorta delle acquisizioni documentali ed informative di cui al precedente punto e di ogni altro accertamento ritenuto opportuno, se le schede oggetto del suddetto verbale di sequestro siano effettivamente riconducibili al procedimento elettorale oggetto di controversia, presso quale sezione elettorale siano state autenticate ed in quale fase del procedimento elettorale è presumibilmente avvenuta la sottrazione delle stesse dal materiale elettorale;
– verificare, con riferimento alla sezione elettorale così individuata e comunque in relazione alle sezioni elettorali nn. 5, 7 e 12, la congruenza tra schede complessivamente autenticate, schede utilizzate per la votazione e schede non utilizzate;
– verificare se i voti attribuiti nell’ambito delle predette sezioni abbiano effettivamente condizionato il risultato elettorale relativamente alla posizione dei ricorrenti (di aspiranti, rispettivamente, alla carica di Sindaco e di consigliere comunale) e se l’eventuale rinnovazione del procedimento elettorale con riferimento alle stesse sia astrattamente suscettibile di modificare il medesimo risultato elettorale;
– dire quant’altro utile ai fini di giustizia;
Ritenuto di disporre che al suddetto incombente istruttorio l’autorità delegata provveda entro sessanta giorni dalla notificazione comunicazione della presente ordinanza;
Ritenuto di rinviare, per la trattazione del ricorso, all’udienza pubblica del giorno 15 marzo 2016;
P.Q.M.
Il Tribunale Amministrativo Regionale della Campania, Sezione staccata di Salerno, Sezione Prima, dispone gli incombenti istruttori di cui in motivazione e rinvia per la trattazione del ricorso all’udienza pubblica del giorno 15 marzo 2016.
Così deciso in Salerno nella camera di consiglio del giorno 17 dicembre 2015 con l’intervento dei magistrati:
Amedeo Urbano, Presidente
Ezio Fedullo, Consigliere, Estensore
Paolo Severini, Consigliere

L’ESTENSORE

IL PRESIDENTE

DEPOSITATA IN SEGRETERIA
Il 17/12/2015
IL SEGRETARIO
(Art. 89, co. 3, cod. proc. amm.)


 

sponsor

LEAVE YOUR COMMENT

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

code